INTERVISTA CON GIOVANNI MINISSALE

Il secondo colpo dell’Irritec & Siplast Handball è Giovanni Minissale , 33 anni Ala/Terzino sinistro. Il suo arrivo nel club di Piazza Matteotti porta ulteriore entusiasmo nell’entourage rosanero contribuendo ad elevare il tasso tecnico di una rosa che giornata dopo giornata comincia a prendere dei lineamenti ben precisi. Minissale ha iniziato la sua carriera nelle giovanili della Pallamano Messina nel 1992 facendo tutta la trafila dagli allievi ai juniores; nel febbraio 95 esordio con gol nella seria A2 in quel di Porto Empedocle; nell’ottobre 95 arriva la prima convocazione in nazionale allievi dove nell’aprile 96 ha partecipato alla coppa latina in Italia prima e in Portogallo dopo con 8 presenze 16 gol. Approda alla nazionale juniores 4 presenze 6 gol con qualificazioni europei e mondiali. Chiude la sua rincorsa nella nazionale senior con 3 presenze ed 1 gol. Nel 97 gioca stabilmente titolare nella Pallamano Messina dove conquista il salto di categoria con la promozione in A1 collezionando 24 presenze e 184 gol. Nell’anno della serie A1 22 presenze 80 gol. Dopo il forfait della Pallamano Messina (per motivi economici non s’iscrive in A1) nell’agosto 2000 passa alla Pallamano Ancona dove gioca in serie A2 e dove centra al primo anno la promozione in serie A1 con 28 presenze 169gol; l’anno successivo in A1 colleziona 24 presenze 92 gol. Nel 2003/04 approda alla Pallamano Messina in sere B dove conquista la promozione in A2,con 12 presenze 55 gol. Nella stagione successiva in A2 24 presenze 128gol, nel 2006/07 e 2007/08 approda alla Pallamano Terranova di Sibari in serie A2 dove colleziona 44 presenze 198gol; dal settembre 2008 alla Genius Barcellona in B dove gioca sino all’aprile 2011 con 62 presenze 212 gol. Al nuovo arrivato , dal “pesante curriculum” abbiamo voluto rivolgere alcune domande.
Giovanni , finalmente a Capo d’Orlando. Spesso negli anni passati il tuo arrivo in casacca rosanero sembrava cosa fatta per poi sfumare al fotofinish …
“Si non è la prima volta che i dirigenti paladini mi hanno cercato , ma per un motivo od un altro ci siamo spesso sfiorati ma mai presi. Oggi tutto si è concretizzato e sono estremamente felice di poter cominciare questa nuova avventura. Ho spesso giocato contro a questi ragazzi ed ho sempre notato una gran voglia di non mollare mai, credo sia un buon punto di partenza, se riusciremo a mantenere questo <<animus pugnandi>> potremo toglierci molte soddisfazioni…”
Sei cresciuto nelle giovanili della Pallamano Messina , sotto l’ala di tanti grandi campioni e giovanissimo hai esordito in A1 (attuale A d’elite), poi con la scomparsa della formazione messinese hai girovagato in giro per le squadra siciliane e non , che bagaglio d’esperienza porti in dote a questi ragazzi?
L’Aver giocato ad alti livelli mi ha dato la possibilità di confrontarmi con grandi campioni , ho fatto tesoro dei loro consigli , che mi hanno permesso di migliorarmi sia come uomo e sia come atleta. Adesso credo sia arrivato il momento di riversare tutta questa “conoscenza” sui miei nuovi compagni (ride) comincio a sentire il peso dell’età.”

Prime sensazioni dopo la prima seduta di allenamento?
“Bè intanto tanta fatica, mister Lenzo sta facendo un’ ottimo lavoro.  Vedo che tutti lo seguono con grande dedizione , ed il lavoro che si sta facendo adesso in palestra sarà importante in un campionato lungo ed insidioso come l’A2. Il
gruppo mi sembra ben assortito e vedo molta armonia, caratteristica basilare per arrivare infondo superando ogni difficoltà.”

Nuova squadra, nuovo ambiente e soprattutto nuovi tifosi …
“Si anche se solo da avversario , conosco bene l’ambiente sempre molto entusiastico e con un tifo sempre caldo, capace di dare la spinta determinante a questa squadra”

Quest’anno però non giocherete al Palavalenti, la “bombonera”  rosanero …
“ Handicap non da poco, vincere al Palavalenti è sempre stata un’impresa , ricordo autentiche corride con un pubblico corretto ma appassionatissimo. Ho seguito la polemica con il Comune e dispiace vedere questa società così penalizzata, ma questa squadra ha sempre trovato maggior forza dalle difficoltà e non vedo perché proprio quest’anno non dovrebbe essere così …”

Dove può arrivare l’Irritec & Siplast in questa stagione?
“Niente proclami , ne false promesse , siamo ancora un cantiere aperto. Trà un mese dopo un po’ di allenamenti insieme e qualche amichevole capiremo il nostro reale valore. Dopo tireremo le somme avversari permettendo. Una cosa deve essere chiara a tutti , non regaleremo niente a nessuno. Un’ appello voglio farlo ai miei nuovi tifosi, seguiteci anche a Patti perché quest’anno continuerete ad avere molte soddisfazioni … In primis questa benedetta prima vittoria in serie A che ho già avvertito negli spogliatoi e nel cuore di tutta l’equipe.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close