Capo d’Orlando: “perché costa così caro il gas metano in città?”, la minoranza interroga

librizziani_pp
Perché la ditta che ha in appalto la distribuzione del Gas Metano sul territorio comunale non ha ancora adempiuto agli accordi previsti dal contratto integrativo sottoscritto nel 2009 che prevedeva, tra le altre cose, la realizzazione della condotta di trasporto del metano dal territorio di San Salvatore di Fitalia a Capo d’Orlando ?

Questo, in sintesi, è quanto chiedono i consiglieri di minoranza Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro in una interrogazione presentata all’amministrazione comunale. Il documento riporta le firme di tutti e quattro i consiglieri di opposizione eletti nelle liste in appoggio alla candidatura a Sindaco di Salvatore Librizzi alle ultime amministrative. Un chiaro segnale di distensione dopo gli attriti di qualche settimana fa tra Sanfilippo e i colleghi. Sembra che in settimana una conferenza stampa organizzata dai quattro consiglieri, e che vedrà anche la partecipazione dell’avvocato Librizzi, potrebbe chiarire quanto accaduto.

Tornando al gas metano, secondo Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro il suo trasporto continua ad essere realizzato con le cisterne e ciò comporta una aggravio dei costi agli utenti. Infatti, si legge nell’atto ispettivo, il costo del gas metano a Capo d’Orlando è quasi triplicato rispetto ai comuni limitrofi.

Di seguito l’interrogazione integrale:

Oggetto: Interrogazione su distribuzione gas metano sul territorio comunale.

I sottoscritti, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Gaetano Gemmellaro, Consiglieri comunali dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”,

premesso che:

– con deliberazione di C.C. n. 6 del 4/2/1997, è stato disposto di istituire il servizio di erogazione del gas in tutto il territorio comunale e di procedere alla gestione dello stesso mediante la concessione a terzi, ai sensi dell’art. 22 L. n. 142/1990 e successive modifiche e integrazioni;

– con deliberazione di G.M. n. 177 del 15/5/1997 (all. “C”), è stato approvato il progetto per la costruzione della rete di distribuzione del gas metano;

– in data 3/9/1997 n. rep. 1180, tra il Comune e la Società concessionaria, è stata sottoscritta la convenzione per la “Realizzazione e gestione della rete, distribuzione gas metano nel territorio comunale”;

 

considerato che:

– in data 25/3/2009 n. rep. 1781, è stato sottoscritto con la Società concessionaria (Nebrodi Gas Service S.r.l.) un “Contratto integrativo” della suddetta convenzione “per la costruzione della rete di trasporto del gas naturale dal punto di allaccio al feeder esistente nel Comune di San Salvatore di Fitalia, fino al Comune di Capo d’Orlando”;

– come riportato nel suddetto “Contratto integrativo”, la SNAM, a seguito di esplicita richiesta da parte del concessionario ha concesso […] in linea provvisoria il prelievo del gas dal metanodotto sito nel Comune di Furnari, dalla cabina ubicata in località Cavalleria, per il trasporto a mezzo carri cisterna fino alla cabina di riduzione e misura ubicata nel territorio di Capo d’Orlando”;

– la Società concessionaria, “stante la natura provvisoria dell’attuale fornitura a mezzo carri cisterna, con trasporto dal Comune di Furnari […] al fine di assicurare la continuità del servizio per la fornitura del gas metano […] è venuta nella determinazione di realizzare, a propria cura e spese, la condotta di trasporto (feeder) del metano dal Comune di San Salvatore di Fitalia al Comune di Capo d’Orlando, con allaccio al feeder esistente nel territorio del Comune di San Salvatore di Fitalia”;

– in data 20/9/2006, la Società concessionaria ha redatto un progetto per l’esecuzione dei lavori di cui sopra, approvato in linea tecnica dal Responsabile U.T.C. e dal R.U.P. in data 13/11/2006 e infine dalla G.M. con deliberazione n. 151 del 6/12/2006;

– così come previsto dall’art. 4 della convenzione sottoscritta con l’Amministrazione comunale, “tale spesa, è a totale carico dell’impresa […]”;

– come riportato all’art. 1 del suddetto “Contratto integrativo”, sottoscritto in data 25/3/2009 n. rep. 1781, la Società concessionaria dichiara: “di accettare l’esecuzione dei nuovi lavori relativi alla costruzione della condotta di trasporto del gas metano dal Comune di San Salvatore di Fitalia al Comune di Capo d’Orlando”;

– come riportato all’art. 5 del suddetto “Contratto integrativo” sottoscritto in data 25/3/2009 n. rep. 1781, la Società concessionaria dichiara che: “i lavori verranno iniziati all’ottenimento di tutti i nulla osta ed autorizzazioni necessarie da parte degli Enti preposti e comunque dopo la sottoscrizione dell’accordo con l’Ente erogatore e/o altre società”;

– con deliberazione di G.M. n. 164 del 25/07/2010, è stato approvato il “Progetto esecutivo per lavori di realizzazione – completamento e gestione della rete di adduzione (feeder) dal punto di allaccio al feeder esistente nel comune di San Salvatore di Fitalia fino al comune di Capo d’Orlando”;

– nella suddetta deliberazione di G.M. n. 164 del 25/07/2010, viene accertato che tutti i nulla osta e le autorizzazioni necessarie da parte degli Enti preposti sono stati ottenuti;

ritenuto che:

– a quanto è dato sapere – a tutt’oggi – la Società concessionaria non ha ancora adempiuto agli obblighi previsti dal “Contratto integrativo” sottoscritto in data 25/3/2009 n. rep. 1781, che prevedevano la “realizzazione della condotta di trasporto (feeder) del metano dal Comune di San Salvatore di Fitalia al Comune di Capo d’Orlando, con allaccio al feeder esistente nel territorio del Comune di San Salvatore di Fitalia”;

– nelle more di procedere alla realizzazione della condotta di trasporto (feeder) del metano dal Comune di San Salvatore di Fitalia al Comune di Capo d’Orlando, il trasporto del gas metano continua ad essere effettuato con i carri cisterna;

– ciò comporta inevitabilmente un notevole aggravio di costi per gli utenti, poiché gli oneri derivanti dal trasporto a mezzo carri cisterna sono ribaltati sui cittadini nella bollettazione periodica;

– il costo del gas metano al m3 nel Comune di Capo d’Orlando è più oneroso e/o quasi triplicato rispetto ai comuni limitrofi serviti direttamente da altri distributori;

– infine, ai sensi dell’art. 4 del “Contratto integrativo”, la succitata realizzazione della condotta di adduzione da parte della Società concessionaria prescinde dall’ottenimento di finanziamenti pubblici sia in favore del Comune di Capo d’Orlando (obbligato a “trasferirli contestualmente all’incasso alla Società esecutrice dei lavori a carico della quale resteranno tutti gli oneri conseguenti”) sia in favore dell’impresa,

quanto sopra premesso e ritenuto,

i citati Consiglieri comunali interrogano la S.V. per conoscere e /o sapere:

– quali sono le azioni che intende intraprendere immediatamente a beneficio e a tutela dei cittadini per sollecitare la Società concessionaria ad adempiere tempestivamente agli obblighi previsti dal suddetto “Contratto integrativo”; – se non ritiene necessario procedere ad un calcolo puntuale dei maggiori oneri che in questi anni i cittadini hanno dovuto sostenere a seguito della mancata realizzazione del feeder e valutare le eventuali azioni conseguenti ai fini del rimborso all’utenza e/o della compensazione con le future bollette.

Si chiede la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Giuseppe Trusso Sfrazzetto

Gaetano Sanfilippo Scimonella

Salvatore Alessio Micale

Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close