LA GUIDARA Simona

Patti: si è consegnata ai CC anche Loredana La Guidara per l’operazione “Ghiaccio”

LA GUIDARA Simona
Nel corso della nottata, i Carabinieri della Compagnia di Patti, a conclusione delle attività finalizzate al rintraccio di un’ulteriore persona destinataria del provvedimento di custodia cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Messina su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare a carico di una ragazza di 33 anni, la quale, lo scorso 27 marzo, quando era scattato il blitz dei Carabinieri nell’ambito dell’Operazione “GHIACCIO”, si trovava all’estero.

Si tratta di Loredana La Guidara, con precedenti di polizia. La donna deve rispondere di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente.

L’indagata, sorella di Simone La Guidara, arrestato lo scorso 27 marzo, ed ex convivente di Andrea Scaffidi, anch’egli tratto in arresto nella medesima operazione, avrebbe gestito un’attività di spaccio “a conduzione familiare”  all’interno del Bar “Darling”, che era diventato luogo di ritrovo di una serie di consumatori abituali di droga, collegati fra loro da un rapporto di conoscenza o frequentazione.

Lo scorso 27 marzo, quando i Carabinieri hanno dato esecuzione all’operazione “GHIACCIO”, la 33enne era risultata all’estero per motivi di lavoro.

LA GUIDARA Simona2

Nella tarda nottata di ieri, Loredana La Guidara, dopo essere rientrata in aereo presso l’aeroporto di Catania Fontanarossa, si è consegnata spontaneamente ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Patti, i quali, espletate le formalità di rito, l’hanno condotta presso il proprio domicilio di Patti dove permarrà agli arresti domiciliari.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close