stancherisgarlata

Palermo: Crocetta rimpiazza Zichichi e Battiato, nuovi assessori in “gonna”

stancherisgarlata

Sorpresa a Palazzo dei Normanni. Il nuovo assessore ai Beni culturali è Maria Rita Sgarlata; Assessore al Turismo è invece Michela Stancheris, storica assistente bergamasca del presidente Crocetta. Sempre più “rosa” la giunta del Presidente, Rosario Crocetta; otto le donne nella squadra di governo su un totale di dodici assessori.

Metterò a disposizione competenze ed esperienze – dichiara la Sgarlata –  in un settore strategico come quello dei beni culturali in Sicilia. Sono stata impegnata nella valorizzazione del patrimonio regionale, partendo dal dialogo e dal confronto. Lavorare insieme, tavolo permanente di collaborazione nei due assessorati al turismo ed ai beni culturali. C’è un divario incolmabile che necessita di un contributo congiunto. Elaborare progetti per far crescere e non per un tornaconto immediato. Il web è un strumento trascurato in cui intervenire”.

“Il presidente Crocetta mi ha colto di sorpresa – precisa la Stancheris. Non avevo preparato nessun discorso. Ho l’intenzione di dare priorità alla programmazione europea e all’interazione col Mediterraneo. Vedo la Sicilia come una turista, non essendo di qui, per questo posso rendermi conto meglio di cosa serve alla Regione dal punto di vista del turismo“.

Soddisfatto e con quel pizzico di ironia che lo contraddistingue, dichiara, Crocetta “magari dovrò trovare una nuova assistente, ma la nomina di Michela è un momento di crescita, farò con lei come ho fatto con Nelli Scilabra. Il mio è un governo di giovani e di donne”. Penso che scommettere su due donne giovani e capaci sia un segnale importante“.

crocetta_donne--400x300

La novità di questo governo – prosegue Crocetta – è che punta sulle innovazioni, considera questo una risorsa. I giovani sono stanchi di sentirsi proporre il futuro come qualcosa di distante: vogliono realizzare i sogni. Inauguriamo una stagione nuova, un coordinamento fra turismo e beni culturali. Realizzeremo tante cose nuove, penso alla convivenza fra modernità e archeologia. L’arte contemporanea entri nei musei. I progetti non possono servire solo alle missioni dei sovrintendenti o dei politici, mettere assieme risorse nuove non contaminate dal passato serve“.

La scelta della Stancheris l’ho fatta da pochissimo E mi sono vergognato nel non averla fatta prima – sottolinea il Presidente -. Spesso non si vedono le cose fatte troppo lontano o troppo vicino, questo era il caso. Mi aveva irritato il riferimento all’amicizia con Presti, come se io avessi potuto fare una scelta del genere solo per amicizia. Presti è uno fra i migliori artisti al mondo, cui però non piaceva l’idea di inserirsi all’interno dello scenario politico. Ho visto una persona che soffriva all’idea di interpretare un ruolo che non sente come proprio. Gesto autentico quello di Presti, da apprezzare“.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close