7387393

Milazzo: ordinanza del sindaco, raccolta rifiuti ripresa, soddisfatti fedeli partecipanti processione

7387393

Il sindaco Carmelo Pino ha firmato, ieri,  un’ordinanza contingibile ed urgente con la quale a seguito dell’attività di indagine di mercato condotta dal 3° Ufficio di Staff “Ambiente e servizio idrico integrato”, ha affidato  il servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti «sostituendosi alla Dusty inadempiente agli obblighi previsti dal contratto».

Lo smaltimento dei rifiuti avverrà sempre nella discarica di Mazzarrà. L’affidamento è effettuato sino al 2 aprile e comporterà un onere sul bilancio comunale di 68 mila euro, somma che – come si evince espressamente nella stessa ordinanza – sarà detratta dagli importi dovuti dal Comune all’Ato. La ditta individuata dagli uffici a seguito di indagine di mercato è la “Pippo Pizzo” di Montagnareale che ha iniziato immediatamente l’attività «utilizzando «mezzi e personale in misura idonea a garantire la rapida normalizzazione della situazione nel territorio comunale, intervenendo in particolare nelle zone indicate dal Dipartimento Ambiente di palazzo dell’Aquila, procedendo altresì alla disinfettazione di tutti i siti interessati al ritiro dei rifiuti».

Nel provvedimento sono contenute le motivazioni. “Malgrado l’affidamento da parte del soggetto attuatore, il personale dipendente della ditta che espleta il servizio di raccolta nel territorio di questo Comune non sta procedendo da due giorni allo svuotamento dei cassonetti a causa di una astensione dal lavoro degli operatori ecologici. Ciò ha determinato l’accumulo lungo le vie pubbliche di consistenti quantitativi di rifiuti con gravi disagi igienico sanitari, peraltro acclarati anche dalle relazioni dell’Asp e dei vigili urbani”.

Il Comune – spiega il sindaco Pino – pur in regola con i pagamenti non può subire una tale penalizzazione, specie nel periodo di Pasqua e pertanto, oltre ad attivare i provvedimenti di nostra competenza, stante l’ipotesi di interruzione di pubblico servizio, ci siamo adoperati per far uscire prima possibile la città dalla situazione di emergenza nella quale si trova”.

Già nel pomeriggio gli effetti dell’ordinanza: ripresa  la raccolta dei rifiuti da una ditta esterna in sostituzione della Dusty; la ditta ha il compito di ripulire la città dall’immondizia accumulatasi negli ultimi due giorni caratterizzati dallo sciopero dei dipendenti della società catanese. La linea della fermezza dunque ha pagato e l’intervento degli operai della nuova ditta ha permesso di rimuovere la spazzatura che si trovava nei cassonetti e sui marciapiedi delle strade interessate dalla processione della Croce.

Un sospiro di sollievo e la soddisfazione dei cittadini per aver evitato di dover partecipare all’appuntamento religioso in strade piene di rifiuti. Molti hanno espresso apprezzamento per la determinazione del sindaco ad andare avanti anche con soluzioni alternative pur di non lasciare la città in piena emergenza igienico-sanitaria. La raccolta proseguirà anche oggi e si auspica che anche le altre zone del centro, della Piana e del Capo possano essere liberate dalla mole di spazzatura accumulatasi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close