SINDONI A 360 GRADI


La stagione estiva si è appena conclusa, a detta di alcuni in positivo, a detta di altri in negativo. Noi di 98071.it siamo andati ad intervistare il Sindaco Enzo Sindoni, per avere un suo bilancio in merito. Riportiamo di seguito l’intervista.

Tanto per cominciare, vorremmo un suo bilancio di fine estate.
Io posso dirvi che sono contento di com’è andata questa estate, ma per un  ultimo bilancio  vorrei aspettare che sia completamente finita, per evitare di dire  qualcosa che poi verrebbe smentita. Già anche il fatto di aver trascorso i mesi di luglio e agosto senza problemi di acqua e incendi è un gran risultato ottenuto. Il fenomeno, come avrete notato, è quasi scomparso, grazie alle attività di prevenzione svolte e merita di essere sottolineato nonostante non abbia avuto le stesse prime pagine come per il concerto di Fabri Fibra. Parlando d’estate e di eventi, mentre ancora attendiamo i dati relativi al mese di agosto, posso dire che quelli di luglio sono stati confortanti. Voglio però smentire il concetto, secondo il quale, se la gente arriva l’amministrazione è brava o altrimenti viceversa: non è così!
Io ho avuto l’impressione che, gli “avversari politici” , abbiano quasi avuto un dispiacere nel vedere i dati del mese di luglio… come se avessero diffuso dati e numeri falsi per favorire me“.

Al di là dei bilanci, che sono stati pubblicati, noi di 98071.it, abbiamo fatto dei sondaggi fra commercianti, cittadini e turisti e la gente si lamenta. Affitti troppo cari, parcheggi introvabili..
A Capo d’Orlando c’è il problema degli affitti e non solo per le abitazioni ma anche per le attività commerciali. Ci sono proprietari di locali che chiedono prezzi assolutamente impossibili. La gente non vende droga, la gente vende vestiti, caffè…
Il discorso dei parcheggi.. io che sono più grande di voi, ricordo Capo d’Orlando senza parcheggi blu e posso dirvi che i commercianti di via Piave non avevano possibilità di avere alcun cliente, perchè la gente parcheggiava davanti ai negozi. Chiedete ai commercianti di via Piave, che mi hanno fatto una sorta di sommossa quando ho messo i parcheggi a pagamento, adesso gli stessi commercianti non vorrebbero che si togliessero i parcheggi. Nel tratto tra la via Cordovena e la via Torrente Forno si sono raccolte delle firme chiedendomi la realizzazione delle strisce blu. E aggiungo in via Piave partendo dal bar Tentazioni anche loro vogliono le strisce blu. In via Torrente Forno, non c’è l’esigenza di fare dei parcheggi al momento, ma fra 5 anni, il prossimo sindaco, magari dovrà preoccuparsi di crearli. In molti non sanno che tutti a Capo d’Orlando con 20 euro al mese possono usufruire degli abbonamenti, con 45 euro hai un’intera giornata, con un euro e mezzo al giorno tu parcheggi dove vuoi”.

Problema strade: lei ha appena nominato la via Torrente Forno, questa strada insieme alla via Trazzera Marina ed alla via Consolare Antica, sono da tempo impraticabili, causa buche e scarsa illuminazione. Ma da qualche tempo a questa parte, abbiamo notato che anche le strade del centro, se non quelle principali, quelle secondarie, presentano le stesse problematiche, creando numerosi problemi ai cittadini.
“Sulle strade minori del centro, penso di intervenire sicuramente. Un primo intervento verrà fatto entro la fine dell’anno, e un secondo e più robusto intervento tra marzo e maggio del 2012. Su la Trazzera Marina e sulla Consolare Antica credo che si spenda la credibilità della provincia, perché questo è stato un tema di campagna elettorale, e sicuramente il candidato Mangano riportava quello che diceva la provincia.

Adesso il mio primo alleato è appunto Renato Mangano, perché nel piano triennale delle opere pubbliche della provincia non ci sono per quest’anno né Trazzera Marina né Consolare. Ed io di questo chiederò conto al presidente Ricevuto”.

Invece di organizzare manifestazioni, quali il concerto di Fibra o della Vanoni, che portano gente solo 10 giorni ad agosto, perché non impiegare gli stessi soldi per fare qualcosa di diverso per il paese che possa realmente portare turisti anche non soltanto ad agosto?
Intanto voglio dirvi, in un’estate l’attrattiva per i turisti deve esserci e le manifestazioni portano molta gente. Poi non è che la manifestazione da sola ti porta gente. Se tu fai il concerto di Fabri Fibra il 31 marzo magari verrà lo stesso pubblico, ma non servirà. Non è che quel pubblico crea un beneficio, o un indotto. Veniamo, guardiamo il concerto ed andiamo via. Ora non è che se lo fai a Luglio, la gente viene e ti dà un indotto. La gente viene qui, ha un’opportunità e se sta bene ci sceglie anche un altro anno. Poi un concerto ti permette di far parlare, come ad esempio fa la squadra di basket. Veicolare il nome è importante. Siamo una località che vende territorio.
Discorso diverso è per la notte bianca, una  manifestazione in cui punti su quello che ti da perché investi una gran quantità di soldi. In quella notte a Capo d’orlando restano molte migliaia di euro. Comunque è una notte, e diciamolo, non possiamo farlo tutte le notti, costerebbe troppo”.

A proposito di Notte Bianca, qualche piccola anticipazione? Abbiamo sentito parlare degli Stadio e di una possibile apparizione di Jovanotti, c’è qualcosa di vero?
Assolutamente no. Per portare Jovanotti le strade le faremmo nel 2019! Vi posso soltanto dire, non per essere ermetico, che ci sarà qualche cabarettista famoso e riprenderemo alcune cose delle scorse notti bianche, che sono molto ben riuscite ed aggiungeremo qualcosa di nuovo. Io credo che tra martedì e giovedì avremo i documenti ufficiali. Posso anche dirvi, però, che questa notte bianca è per i commercianti, perché capiscano che quelli sono tanti quattrini, sostanzialmente investiti nel loro interesse. A Capo d’Orlando è nato il centro commerciale naturale, però di proposte, iniziative e risorse non ne vedo. Adesso i commercianti sono il primo elemento, e vorrei che questi mettessero in moto il loro cervello, perché ce l’hanno. Se riuscissero ad indirizzare queste loro capacità con delle proposte, riusciremmo a fare molto di più. Ma purtroppo in questo paese i commercianti sono uniti dalle lamentele e divisi nelle proposte. Le lamentele è buono che ci siano però…fate anche qualche proposta!”

Per quanto riguarda le iniziative invernali, oltre alla stagione teatrale? Sono in programma nuove attività? Magari un cineforum?
Continuano una serie di iniziative di tipo sportivo. Sicuramente la stagione teatrale si farà, ma su questo stiamo lavorando anche con il nostro esperto alla cultura Giacomo Miracola, per provare a dare anche un taglio diverso e più ampio alla proposta culturale”.

La questione pulman scoperto la sua assenza è dipesa soltanto dalla mancanza di omologazione?
Alla fine io son contento che non sia andato in porto l’affare del pulman, perché il trenino è stato un successo e pensiamo a tenerlo. Il trenino domenica ultima il suo percorso quotidiano e considerati i bassi costi per il noleggio ed avendo già gli autisti comunali disponibili a guidarlo, resterà a far parte del comune. Pensavamo di acquistarlo. Ma, ovviamente, non ci avevamo pensato all’inizio dell’anno, pensavamo al bus. La ditta da cui abbiamo acquistato questo mezzo riteneva di averlo disponibile già alla metà di luglio in modo che questo facesse il suo esordio qui”.

Il dibattito politico è al momento interessato dall’interrogazione della minoranza sui costi degli esperti. Botta e risposta continui che però non sembra siano riusciti a chiarire le reali posizioni. Intenderà rispondere in consiglio alla richiesta di numeri dei consiglieri d’opposizione?
“Intanto, devo precisare che l’interrogazione non viene da tutta la minoranza ma dalla metà, perché sono stati solo 4 consiglieri a chiedere delle informazioni che sicuramente avranno. Devo dire che è anche assolutamente legittimo chiedere, è stato solo brutto il modo con cui è stato fatto. È questo che poi inasprisce! Quando si porterà questo argomento in consiglio comunale, la prima cosa che farò sarà chiedere alla minoranza di ritirare l’interrogazione per poi affrontare l’argomento. Perché se l’interrogazione rimarrà tale, quindi un attacco a delle persone che lavorano, è chiaro che il mio ruolo sarà quello di difenderli subito. Se invece ritireranno l’argomento, ne riparleremo. L’amministrazione Sindoni è esempio di risparmio nelle consulenze. Nell’amministrazione Carrello le spese per i consulenti sono state maggiori, ed era anche legittimo. Io non contesto ciò che è stato fatto da Carrello, però prima e dopo  non possiamo essere accusati di spendere tanto, questa è la mia risposta. Al di là dei contenuti, è il linguaggio che mi ha veramente lasciato sorpreso perché c’è sempre una discriminante che è il rispetto della persona”.

Pensa che l’attività che attualmente sta svolgendo l’opposizione può essere da stimolo al lavoro dell’amministrazione o che questa sia un’opposizione sterile che non porta ad una crescito concreta?
Ci terrei a precisare che i gruppi d’opposizione sono 4. Diciamo che io sono contento di avere avuto da parte di alcuni di questi  consiglieri subito attenzione sulle cose da fare piuttosto che sulle cose da dire. Sono contento che i consiglieri Abate, Trifilò e Galipò, abbiano fatto degli interventi concreti. Quando uno chiede un intervento da realizzare, piuttosto che farlo per far vedere lavora, deve realizzarlo!
La distinzione tra consiglieri di minoranza e maggioraza la faccio, ma soltanto perchè con quelli di maggioranza io mi riunisco prima  ed identifico col loro il percorso da seguire.
Per quanto riguarda il linguaggio utilizzato in alcuni interventi da parte dei consiglieri dei due gruppi che facevano riferimento alla lista dell’Avv. Librizzi, devo dire che…capisco l’amarezza della sconfitta, ma che devo dire, è normale, chi arriva secondo è più arrabbiato di chi arriva terzo o quarto.  Ma ci deve essere la consapevolezza da parte di questi consiglieri che per cinque anni dovremo lavorare insieme. Dalla prossima campagna elettorale ognuno riprenderà le sue posizioni. Le elezioni finiscono una volta scelto il sindaco e poi… da quel momento io sono il sindaco di tutti, come è giusto che sia. Mi piacerebbe avere da questa parte politica delle idee. Il controllo che lo facciano tranquillamente anche  i consiglieri di maggioranza.
L’opposizione sappia che qui la porta è sempre aperta, anche perché loro rappresentano legittimamente una parte dei cittadini orlandini, e tutti insieme rappresentiamo i cittadini orlandini. Sono per altro convinto che quella coda velenosa che sta caratterizzando questi interventi non appartenga a nessuno dei consiglieri comunali, perché chi si propone non fa in questo modo e chi invece pensa di poter mantenere questo clima, questo linguaggio, sappia che smetterò presto di rispondere perché a me interessano argomenti concreti. Le polemiche sterili non servono a nulla. Che senso ha fare una foto ad uno scarafaggio?! Per me le opinioni vanno sempre espresse e con serenità, non c’è cosa peggiore del non potersi esprimere. Ma ciò che importa sono i modi con cui vengono dette le cose. L’opposizione se è una questione di confronto mi troverà sempre disponibile, ma non se si parla di astio,cattiverie ed insinuazioni. Ho sempre cercato il dialogo con i miei oppositori per cercare di trarre qualcosa di positivo e speriamo succeda anche in questi 5 anni”.

Il dopo elezioni ha visto la nascita di diversi e nuovi siti d’informazione, che si preoccupano di pubblicizzare eventi o segnalare eventuali disservizi del paese. Quanto pensa che questi possano essere ed esservi d’aiuto, in quanto amministratori del paese?
Hanno un aspetto assolutamente positivo, purché diventino palestre per dei giovanissimi come voi che vogliono cimentarsi. Se non ci fossero le palestre non potremmo fare esercizio, e voi fate esercizio. Poi si alimenta il dibattito, l’attenzione ed è soprattutto un modo per sapere cosa va e cosa non va nel paese che da un stimolo per il miglioramento”.

Chiara Lazzaro – Silvia Raimondo

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close