saponara2

Saponara: alluvione nov. 2011, in arrivo fondi per sfollati

saponara2

Un milione e mezzo di euro, sarà disponibile, entro aprile,  per l’autonoma sistemazione degli sfollati di Saponara. Ad annunciarlo è la presidente del Comitato “Per la ricostruzione di Saponara”, Nadia Luciano, in seguito ad un incontro con  il Presidente della Regione, Rosario Crocetta.

La presidente Luciano ha spiegato, anche, che i 5 milioni e mezzo di euro destinati ai lavori per la messa in sicurezza, e sbloccati a fine novembre 2012 dalla Regione, sono già spendibili per la realizzazione di una parte dei lavori che, come chiesto dal Comitato, dovranno partire da Saponara Centro e dalla frazione di Scarcelli, la più colpita durante l’alluvione del novembre 2011 nel suo complesso, compresi Passo Como e via Cavallari.

In via Cavallari, infatti, – scrive il comitato – insiste una scuola elementare che ad oggi è a rischio. La maggior parte delle case sfollate ricadano anche in via Cavallari e Passo Como e iniziare da queste zone consentirebbe il rientro della maggior parte delle famiglie sfollate e quindi anche un notevole risparmio di quei fondi destinati all’autonoma sistemazione”.

Per la realizzazione dei lavori, il comitato ha anche chiesto un supporto tecnico sia dal Genio Civile sia dalla Protezione Civile ed ha ricordato la situazione delle ditte che nelle prime fasi di emergenza hanno rimosso il fango, anticipando le spese necessarie, e la cui documentazione è stata bloccata alla Corte dei Conti, così come quella degli alberghi.

In tal senso, il direttore della Protezione Civile Regionale, Ing. Calogero Foti, ha assicurato “di essere pronto ad emettere i mandati di pagamento per le ditte e gli albergatori, a mezzo di specifico provvedimento, probabilmente a firma del presidente Crocetta”.

20111126_saponara_frazione_scarcelli

Per ciò che attiene l’emissione l’ordinanza di protezione civile nazionale – prosegue il comitato – stiamo monitorando attraverso contatti diretti l’iter iniziato il 9 gennaio 2013 e che ad oggi ancora non si è ultimato. Per quanto riguarda l’Irfis per le attività commerciali, la Presidenza ha ipotizzato una soluzione risolutiva della quale attendiamo conferma, così come attendiamo notizie sull’utilizzo e la disponibilità dei beni confiscati alla mafia, idea che ha trovato una risposta entusiasta da parte al presidente Crocetta e del suo segretario generale, Patrizia Monterosso”.

“Infine – scrive il comitato – chiediamo al sindaco di Saponara, Nicola Venuto, di dare mandato all’ESA (Ente Sviluppo Agricolo, che si è già reso disponibile alla nostra Amministrazione Comunale) per la pulitura dei torrenti, dal momento che è stato realizzato un protocollo di intesa, che consente all’Ente di intervenire con mezzi adeguati e notevole risparmio di spesa”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close