ESTATE ORLANDINA: QUALITA’ COSTI VINCE 105


Prendendo in considerazione le manifestazioni più importanti organizzate dal Comune di Capo d’Orlando per questa estate e i loro relativi costi, senza ombra di dubbio, nel rapporto spesa/successo, vince con largo distacco la due giorni di “105 on the beach”. Cominciamo, in ordine di apparizione, con l’organizzazione del torneo internazionale di Beach Volley dal 21 al 24 luglio. Purtroppo le cattive condizioni meteo ne hanno ridotto la durata e la capienza. Non abbiamo notizie di una riduzione del contributo erogato dall’Amministrazione alla ditta organizzatrice (A.S. SIKANIA con sede a Catania) per tali disagi quindi riportiamo quanto descritto nella delibera di giunta N. 201 del 20 luglio (un giorno prima dell’inizio della manifestazione) proposta il 22 giugno. “L’intervento finanziario del Comune per la realizzazione della manifestazione sportiva “Beach Volley Protour”, tappa a carattere internazionale 2×2 maschile e femminile è stato di  47.910,00 € tutto compreso (pernottamenti, vitto e manifestazione). € 27.600,00 erogati come contributo mentre € 20.310,00 per servizi”.

La madrina dell'evento

Passiamo all’esibizione del primo agosto di Fabri Fibra. Il costo complessivo del concerto, in esclusiva per la Sicilia, è stato valutato in 68.400,00€ euro ma l’Amministrazione Sindoni ha chiuso un accordo con la ditta organizzatrice, la Show Biz s.r.l. di Palermo, tutto sommato conveniente se gli ingressi fossero stati quanto previsti (l’eccessivo costo dell’artista rimane una valutazione soggettiva). “L’Ente si impegna a garantire, in caso di incassi inferiori all’importo come sopra determinato, la corresponsione della differenza alla società Show Biz s.r.l. ad integrazione del costo totale dello spettacolo. La società Show Biz s.rl. si impegna, in caso di incassi superiori al costo dello spettacolo, a riversare a questo Ente la differenza” così recita la delibera di giunta N.198. Il costo del biglietto era di 10,00€ e, secondo i dati SIAE, sembra siano stati staccati poco più di 2600 tagliandi. Il conto è presto fatto. 68.400 – 26.000= 42.400,00€.

Un momento del concerto di Fabri Fibra a Capo d'Orlando

Il 6 e 7 agosto è toccato a “105 on the beach”. Come dicevamo rapporto successo/costi davvero positivo. La manifestazione è costata € 10.807,00 IVA compresa. L’evento è stato organizzato dalla “Musica in entertainment ” con sede a Bagnara Calabra (RC) e ha visto la partecipazione di migliaia di persone con il montaggio di gonfiabili, distribuzione di gadget ma, soprattutto, con una promozione martellante nelle settimane precedenti la manifestazione sul network radiofonico nazionale. Niente male davvero.

Piazza Matteotti gremita per la Vanoni

Il 18 agosto sul palco di Piazza Matteotti si è esibita, con ingresso gratuito, l’intramontabile Ornella Vanoni con la sua band. Come già anticipato il costo della manifestazione, proposto dalla ditta“Musica e Guai” con sede a Catania, è stato di € 38.000,00 IVA compresa. Anche i gruppi musicali che si sono esibiti per le vie e le contrade di Capo d’Orlando hanno ricevuto giusto compenso. In totale poco più di 10.000,00 € così suddivisi secondo la delibera N.215:

15/07 e 12/08 – Albatross” per l’importo di € 1.125,00
05/08 – “Mr. Kriencle” per l’importo di € 360,00 ;
06/07//10/17/27 agosto – “Samarkanda band” per l’importo di € 1.800,00 ;
07/12/13/22 agosto – “Mana e malinconico”per l’importo di € 1.500,00 ;
13/08 – “Cono e Giacomo” per l’importo di € 360,00
15/08 – “Hasta la Vista per l’importo di € 900,00 ;
19/08 – “Hot Stuff” per l’importo di € 360,00 ;
20/08 – Umberto Tonarelli per l’importo di € 360,00
13/e 26/08 – “Ennefattoriale” per l’importo di € 1.650,00
28/08 – “Hasta la vista” per l’importo di € 750,00

Insomma una estate organizzata, come previsto e naturale, in fretta e furia, viste le elezioni amministrative, e forse, proprio per questo, onerosa. I soli quattro clou del cartellone estivo sono costati complessivamente più di 100.000,00 euro. Questa estate ha anche regalato momenti forse meno altisonanti ma che hanno riempito tantissime serate soprattutto nelle contrade grazie alle iniziative organizzate da associazioni locali a costi praticamente assenti e, il più delle volte, finanziati da aziende private. L’assessore Rosario Milone ha comunque già detto che non è più tempo di grandi eventi e concertoni e non a torto. La crisi continua a tartassare tutti, anche le amministrazioni e, in tempi di magra tirare la cinta non è certo vergogna.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close