RISORGIMENTO E RISARCIMENTO


Villa Piccolo ricorda l’unità d’Italia, il Comune riflette sul ruolo marginale del popolo siciliano durante il risorgimento. Capo d’Orlando continua a vivere, anche se con manifestazioni diverse, l’orgoglio del tricolore. “Risorgimento e risarcimento, la Sicilia tradita” il volume di Ignazio Coppola che verrà presentato venerdì 2 settembre. Edito dalla Cna di Palermo, il libro, si legge nel comunicato stampa del Comune di Capo d’Orlando, offre riflessioni e spunti di analisi, su molteplici elementi: dal ruolo marginale del popolo siciliano durante il risorgimento alle origini massoniche dell’inno nazionale, dai saccheggi operati nei confronti della tesoreria del Regio Banco delle Due Sicilie ai tradimenti dei corrotti alti ufficiali del Regio Esercito borbonico, dal brigantaggio quale vera e propria guerra civile e lotta delle popolazioni di varie estrazioni sociali del mezzogiorno al tentativo, a seguito di leggi liberticide, di inviare migliaia e migliaia di prigionieri del Sud in lontane isole oceaniche. Modererà il dibattito Antonio Matasso, storico del diritto e componente della direzione nazionale del Partito Socialista Italiano. Interverranno: lo storico Massimo Costa, lo scrittore Tommaso Romano, il segretario del Fronte Nazionale Siciliano Giuseppe Scianò ed il Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni. Concluderà l’autore, giornalista pubblicista impegnato nel sindacato e nell’associazionismo. La presentazione di “Risorgimento e risarcimento, la Sicilia tradita”, si terrà  a partire dalle ore 18,00, nell’Isola Pedonale nella zona antistante l’ingresso del Palazzo Comunale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close