Spazzatura-Cerignola-1

AtoMe1-Emergenza rifiuti: 17 sindaci, all’unisono, chiedono “intervento urgente”

Spazzatura-Cerignola-1

I sindaci dei comuni di Acquedolci, Alcara Li Fusi, Cesarò, Floresta, Frazzanò, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mirto, Motta D’Affermo, Naso, Raccuja, Sant’Agata Militello, S.Stefano di Camastra, Sinagra, Tusa ed Ucria, soci della società d’ambito, chiedono la convocazione urgente dell’Assemblea dei soci per trattare il seguente o.d.g.:

1) Emergenza igienico-sanitaria – indirizzi per la immediata riattivazione del servizio;

2) Organi di gestione della società – Determinazioni.

Gli stessi “preso atto del gravissimo disservizio cagionato dalla mancata raccolta dei rifiuti e dei conseguenti problemi di natura igienico-sanitari nei comuni soci della società d’ambito denominata ATO ME 1 spa – in liquidazione, chiedono a S. Ecc. il Prefetto Trotta, un incontro urgente al fine di stabilire condotte uniformi che consentano ai primi cittadini di adottare gli strumenti consentiti dalla Legge per far fronte alle emergenze eventualmente riscontrate sui territori”.

Altresì, i sindaci dei suddetti comuni preso “atto del gravissimo disservizio cagionato dalla mancata raccolta dei rifiuti e dei conseguenti problemi di natura igienico-sanitari insorti, e considerato che nonostante l’invito rivolto da Codesta società (AtoMe1) di procedere alla uniforme ripresa del servizio su tutto il territorio dell’ambito si è riscontrata una illegittima ripresa delle attività di raccolta solamente in alcuni comuni, diffidano gli organi di gestione della società ad adottare ogni provvedimento di competenza che garantisca l’immediata ripresa e l’uniformità degli interventi su tutti i comuni dell’ambito”.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close