prin

Sant’Agata M.llo: “California Suite”, al Cineteatro Aurora – Intervista a Gianfranco d’Angelo – Le foto

E’ andata in scena nel pomeriggio di ieri, al Cineteatro Aurora, inserita nella Rassegna Teatrale, messa in atto dall’Amministrazione Mancuso,  la commedia divertente, di Neil Simon, con Gianfranco D’Angelo e Barbara Terrinoni, “California Suite”.

Due le storie come due sono gli atti che la costituiscono e che si svolgono nella stessa stanza di albergo, la “California Suite”, ma con un denominatore comune: il matrimonio e dunque la relazione familiare.

Il primo atto focalizza un matrimonio, che non è proprio in una fase florida, che si “tiene in piedi” per i figli e forse una vantata stima. Nel secondo atto, che si svolge molti anni dopo, l’attenzione si sposta sul rapporto genitori figli.

L’esilarante coppia (D’Angelo-Terrinoni) sono dei genitori alle prese con un grosso problema. Questa volta Marvin (G. D’Angelo), deve risolvere quella che potrebbe trasformarsi in tragedia: la figlia (Tania Borro) è chiusa nel bagno della stanza d’albergo mentre invitati e sposo l’attendono nel “Salone Verde” del lussuoso albergo, il giorno del suo matrimonio.

Dopo svariati tentativi, in cui non mancano battute e gesti che attirano gli applausi della platea, la situazione è risolta dal futuro sposo (Francesco Jelo), lasciando sbigottiti tutti.

Al termine della rappresentazione abbiamo incontrato nel suo camerino Gianfranco D’Angelo che molta cordialità e disponibilità si è fermato per una breve intervista che integralmente vi proponiamo.

– Risate, equivoci …, ma la commedia quale tema, messaggio vuole trasmettere? “Beh, parlare di messaggi da trasmettere è difficile. Questa è una commedia ironica; il messaggio è che alla fine, insomma, deve prevalere sempre il buon senso sia tra moglie e marito – e quindi alcuni problemi si possono risolvere con la buona volontà ed il buon senso – sia il rapporto tra genitori e figli. Quando si trova la strada giusta tutto si risolve, la strada è la comprensione e l’amore

– Dalla televisione al teatro per un ritorno in tv? “Io faccio teatro da moltissimi anni, amo il teatro, il palcoscenico, amo il pubblico che mi viene a vedere. Ho fatto tanto teatro in questi ultimi anni trascurando la televisione? Non lo so! L’ho trascurata volutamente. Per quello che riguarda il mio prossimo futuro – sino all’anno scorso non ci ho pensato, quest’anno ci ho pensato e sicuramente nella prossima stagione torno in televisione

–  Come salutare o meglio cosa augurare ai nostri lettori? “Certamente, un grosso abbraccio per tutti e un carissimo augurio soprattutto di buona salute;  speriamo che il nostro Paese si riprenda un poco. Auguro che si riprenda la vita in tutti i sensi che vuol dire il lavoro per i giovani, più sicurezza, così che ci sia un periodo un pochino più prosperoso per tutti”.

Foto: Salvo Di Pane fotografo

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close