foto_angelo

Tusa: importante seduta per il Consiglio Comunale


Una seduta di Consiglio Comunale dagli esiti soddisfacenti si è tenuta giorno 26 febbraio presso il comune di Tusa. La seduta, convocata per deliberare la restituzione della gestione dell’acquedotto civico dall’E.A.S. al comune di Tusa ha avuto esito favorevole.
L’Ente, in liquidazione dal 2004, versa da tempo in condizioni di perenne difficoltà economica, motivo per il quale il comune di Tusa oramai da più di due anni effettuava con somme a cario del proprio bilancio comunale tutti gli interventi, relativi alla rete idrica, di manutenzione sia ordinaria che straordinaria. Basti pensare che nell’ultimo anno il comune ha dovuto acquistare all’E.A.S anche il cloro per garantire la potabilità delle acque.
Una questione questa, della quale in passato si era già interessata la Prefettura di Messina e la Provincia Regionale. Ai primi di febbraio risale infatti la convocazione di una riunione da parte del Presidente della Regione, il cui intento era quello di sensibilizzare tutte le amministrazioni locali ancora convenzionati con l’E.A.S. affinché procedessero all’adozione degli atti propedeutici alla richiesta di restituzione della gestione degli acquedotti civici.
In tal senso quindi, l’amministrazione comunale di Tusa con a capo il primo cittadino Angelo Tudisca, ha perfettamente seguito le direttive proposte. L’atto deliberativo, adottato in seduta consiliare, è stato dotato di clausola di immediata esecutività e pertanto già nei prossimi giorni verrà avanzata non solo la richiesta all’Ente Acquedotti Siciliani per la restituzione della gestione, previa ricognizione della rete e delle sorgenti ,ma anche il riconoscimento del credito vantato dal Comune.
L’acquedotto civico verrà gestito direttamente dal Comune,previa adozione di un piano d’ambito locale e di un regolamento comunale per la gestione del servizio. Inoltre, verrà costituito un ufficio acquedotto nell’ambito dell’area tecnica e potenziato l’ufficio tributi, entrambi gestiti dal personale contrattista.
Ancora da definire però la problematica relativa al personale dell’E.A.S., in quanto sembra esserci una certa discordanza tra quanto garantito dal Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale Dipartimento Acque e Rifiuti , Dott. Marco Lupo, secondo il quale i dipendenti rimarranno a lavorare nei Comuni con costi a carico della Regione, e quanto sostenuto invece dal Commissario liquidatore dell’E.A.S, Dott. Bonanno, secondo il quale invece i dipendenti dell’Ente in questione sarebbero da affiancare al personale comunale. Risolta la questione dipendenti, il Comune inoltrerà la comunicazione a tutti gli enti preposti al controllo e in particolare al Dipartimento Acque e Rifiuti dell’Assessorato Regionale all’Energia.
“Desidero ringraziare – afferma il Sindaco – i componenti della Giunta Comunale ed i consiglieri che hanno condiviso, creduto e supportato l’adozione dell’atto deliberativo nella consapevolezza di aver agito nell’interesse della comunità Tusana che, sono certo, ci aiuterà e collaborerà nella gestione del periodo di transizione. Ci attende un lavoro impegnativo, complicato ma, nel contempo, molto stimolante, convinti che è stata compiuta una scelta giusta. La delibera approvata è un altro atto che viene posto in essere dall’Amministrazione Comunale per la risoluzione del problema idrico nel Comune di Tusa, difatti, solo pochi mesi addietro abbiamo captato una sorgente d’acqua che ha una portata di circa centomila litri di acqua al giorno.
Inoltre, con la delibera approvata, sono ben tre i servizi che rientrano a carico di quelli gestiti direttamente dal Comune, dopo la gestione dello spazzamento della frazione di Castel di Tusa e quello dell’illuminazione delle edicole votive.
Tutti questi servizi sono gestiti dal personale contrattista, all’uopo, con orario integrato. Sono orgoglioso che il Comune di Tusa è, in tutta la Regione Sicilia, quello che ha garantito maggior numero di ore di integrazione, con fondi a carico del bilancio comunale, al personale contrattista”.
Nel corso della seduta comunale il Sindaco ha poi donato a tutti i componenti della giunta e ai consiglieri comunali il libro sulla storia del comune Alesino “Tusa dall’Universitas civium alla Fiumara d’Arte” testo scritto dall’Architetto Angelo Pettineo ed edito da Armando Siciliano.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close