municipio capo

C. d’Orlando: in consiglio chiarimenti sul porto e la gestione strisce blu passerà al Comune


Sicuramente il consiglio comunale più lungo di questo mandato quello svoltosi ieri a Capo d’Orlando. Sette ore di lavori per esitare 9 dei 10 punti posti all’ordine del giorno. Quello più atteso era sicuramente il punto relativo alla richiesti di chiarimenti da parte di Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro sui lavori del porto. L’argomento è stato trattato a notte inoltrata, intorno all’una e un quarto. Il tecnico Gatto e l’esperto Valenti hanno affermato che entro il 7/8 marzo 2013 sarà presentata, all’Assessorato Regionale, tutta la documentazione volta a dimostrare che i finanziamenti richiesti non sono configurabili come “aiuti di Stato” e sono, quindi, ammissibili.

Gli stessi hanno confermato che successivamente l’Assessorato invierà il fascicolo a Bruxelles per l’esame da parte della Commissione Europea che si pronuncerà entro due mesi dalla presentazione della documentazione, anche sul finanziamento originario di € 7.416.000, che è stato inevitabilmente inglobato nella procedura di verifica.

Questo significa che al momento, in relazione ai fondi pubblici, proprio niente è sbloccato ma tutto fermo in attesa delle decisioni della Commissione Europea che non arriveranno prima di due mesi.

I tecnici hanno affermato che i lavori dovrebbero partire entro il mese di giugno 2013 e che prosegue l’iter per la “concessione demaniale” che dovrebbe essere rilasciata entro la fine di marzo 2013, previo versamento di ben € 400.000,00, non si è capito da parte di chi, e l’acquisizione del parere vincolante del Genio Civile di Messina sul progetto esecutivo.

Nel corso della discussione la minoranza ha espressamente chiesto se il privato avesse già messo a disposizione le somme di sua spettanza (28 milioni di euro). I tecnici hanno affermato che, dopo un’interlocuzione con Banca Intesa (nella persona del Dott. Guglielmini), la stessa si è resa disponibile a finanziare all’ATI 12 milioni di euro, solamente dopo aver ottenuto certezza che i finanziamenti europei sull’opera saranno effettivamente concessi.

Non è sinceramente chiaro, al momento, secondo anche l’opposizione consiliare, come e quando saranno corrisposti dall’ATI i rimanenti 16 milioni di euro.

Voto unanime è stato espresso sulla variante per la realizzazione di un autoporto, adibito alla sosta riservata di autotreni da realizzarsi in località Malvicino e per l’Atto di indirizzo del Servizio Veterinario, mentre con due astensioni (Sarino Abate e Daniela Trifilò), è stato approvato  il Regolamento Comunale Controlli Interni dove però i consiglieri eletti in appoggio alla candidatura di Salvatore Librizzi hanno richiesto che, nel caso in cui le verifiche sugli atti amministrativi (determine dirigenziali, delibere di giunta) dovessero emergere delle irregolarità – sia tempestivamente informato ciascun consigliere comunale (tale adempimento non era previsto).

La maggioranza ha inoltre votato per: il regolamento dei tagli stradali su suolo pubblico e sulla variante per la costruzione di un centro Benessere e Casa di Cura con Terapie naturali da realizzarsi in via Gambitta Milio eludendo il voto contrario dell’opposizione.

Respinta invece la mozione presentata dai Consiglieri Trusso, Sanfilippo, Micale, Gemmellaro, per la sospensione del pagamento delle strisce blu, la domenica e gli altri giorni festivi in quanto non ritenuta di pubblica utilità. Ma su questo argomento è sorta una importante novità. Come dichiarato dal Sindaco, infatti, dal primo aprile 2013 (sperando che non sia un pesce d’aprile) la gestione del servizio passerà direttamente al Comune contraddicendo del resto le sue stesse parole di risposta ad una interrogazione presentata dall’opposizione lo scorso novembre dove sembra avesse dichiarato che non solo non avrebbe dato corso alla richiesta ma avrebbe rinnovato il contratto alla City System di Siracusa.

E’ stato inoltre approvato, sempre con il voto della maggioranza, anche il quarto punto: Costituzione ARO – Approvazione Schema di Convenzione. In merito a questo protocollo d’intesa, siglato nei giorni scorsi dai Sindaci di:  Capo d’Orlando, Capri Leone, Torrenova e San Salvatore di Fitalia c’è da evidenziare, come altri Comuni del comprensorio, hanno manifestato interesse ad aderire, per gestire i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti in maniera autonoma rispetto ai bacini provinciali delle SRR. Fatto sta, secondo l’opposizione, che non risulta nessun atto ufficiale che dimostri che consorziarsi con i Comuni di Caprileone, San Salvatore e Torrenova garantisca un’efficienza gestionale a vantaggio dei cittadini.

Il punto relativo all’istituzione del fondo di solidarietà è stato rinviato vista la tarda ora.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close