polizia111_pp

C. d’Orlando: 5 rinvii a giudizio nell’operazione “Pecunia” per usura in concorso


Cinque rinvii a giudizio per l’operazione denominata “Pecunia”. L’accusa è di usura in concorso. L’indagine del commissariato di polizia di Capo d’Orlando scaturì nell’arresto di Paolo Sottile, 54enne di Capo d’Orlando, Calogero Miraudo, 53 anni e Vincenzo Galati Rando entrambi residenti a Rocca di Caprileone. Ai tre si aggiungono, nel rinvio a giudizio disposto dal Gup del tribunale di Patti, del prossimo sette giugno, anche Benito Sgrò 44enne di naso e Tindaro Ziino, 51 di Brolo.

La vicenda nasce dalla denuncia di un imprenditore orlandino, presunta vittima. Fu dalle sue dichiarazioni, rese nell’aprile 2009 al commissariato di Capo d’Orlando Castello, the nacque il procedimento “Pecunia”. La vittima avrebbe ricevuto prestiti in denaro lievitati con interessi al 27,1% mensile e al 325,89% annui. Un altro capo d’imputazione viene contestato al solo Sottile per un prestito concesso ad un altro imprenditore di Capo d’Orlando. La difesa ha sempre sostenuto l’innocenza dei propri assistiti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close