IMG_7212[1]

Acquedolci: il Sindaco Gallo da Alfano a Crocetta? “Non sono candidato e libero di votare chi voglio”

Ha avuto luogo ieri presso il teatro dei Padri Giuseppini del Murioldo, alla presenza di numerosa gente, la “presentazione delle motivazioni” che hanno spinto la maggioranza consiliare, nelle imminenti elezioni, del 24 e 25 febbraio, ad appoggiare al Senato il  “Megafono” del presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta.

Presente all’iniziativa, il sindaco, avv. Ciro Gallo, il quale nel suo intervento, fra l’altro, ha detto: “la comunità di Acquedolci deve farsi sentire e deve saper far giungere a Palermo e Roma, di essere una realtà alla quale prestare attenzione e ascolto. Noi non abbiamo interessi personali da coltivare, ma dobbiamo risollevare la dignità di questa nostra cittadina che è stata toccata negativamente, nelle ultime elezioni regionali, dal qualunquismo del non voto… Vedo che dai primi passi, il neo presidente della Regione ha fatto azioni importanti e altre sta programmando a favore degli ultimi. Questo è un discorso di equità sociale”.

Contattato telefonicamente, questa mattina, il sindaco Gallo ha dichiarato ai nostri microfoni: “il gruppo consiliare di maggioranza ha valutato di votare il Presidente della Regione Crocetta e il suo movimento per dare forza a questa iniziativa politica e tentare di ottenere al Parlamento nazionale quanti  più senatori possibili che possano dare a Crocetta la possibilità di negoziare con Roma le risorse necessarie alla Sicilia”.

Precisa puntualmente, Gallo, “il gruppo consiliare, ha deciso di appoggiare Crocetta, io non ho preso posizione, non essendo stato candidato con il Pdl sono libero di votare per chi voglio”.

Dichiarazioni che naturalmente faranno discutere visto il trascorso politico del Sindaco Gallo, intimo amico del possibile candidato premier del centro destra Angelino Alfano (insieme nella foto di seguito)

Appassionante l’intervento della prof.ssa Mariangela Gallo che ha esortato i presenti “a ridare voce ai propri diritti in un periodo di crisi che ha devastato il futuro di molte famiglie e di molti giovani”. La professoressa ha  ricordato, inoltre, “i meriti del presidente Crocetta nell’imprimere un forte cambiamento nella gestione della cosa pubblica, senza guardare in faccia a nessuno”.

Intervenuto, inoltre, il prof. Giuseppe Salerno che ha letto l’art. 37 dello Statuto Siciliano precisando che grazie ad esso “la nostra Regione godrebbe di grandi benefici economici se fosse realmente attuato”.

Per le foto si ringrazia Francesco Salvatore Saggio

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close