famiglie san gregorio

C. d’Orlando: “a San Gregorio non siamo scannati”


Hanno suscitato clamore le parole pronunciate dall’assessore al turismo del Comune di Capo d’Orlando Rosario Milone durante la trasmissione “cu c’è, c’è” di RadioDOC, in relazione soprattutto alla contrada di San Gregorio. Tantissime sono state le risposte giunte alla nostra redazione e altrettante le precisazioni per ribadire che nella piccola contrada marinara le famiglie sono unite e non “scannate” come sostenuto dall’assessore durante l’intervista radiofonica.

Anche sui social network è scattato il botta e risposta tra chi condivide le dichiarazioni di Milone e chi, soprattutto da San Gregorio, non ci sta.

Tra le numerose segnalazioni giunte alla nostra redazione abbiamo ricevuto anche una foto che, secondo Roberto, residente proprio nel borgo marinaro, testimonia l’inesattezza delle parole di Rosario Milone.

“Caro Direttore, scrive in allegato alla foto Roberto, gradirei che tu potessi pubblicare la foto in allegato (scattata a natale) in maniera tale che i lettori del servizio da te pubblicato e gli ascoltatori dell’intervista radiofonica, nel quale Rosario Milone in veste di assessore al turismo millantava testualmente “per incontrarli ho fatto 6 riunioni perché l’uno con l’altro non si parlano, sono scannati, sono 20 famiglie”, possano valutare visivamente la veridicità di quanto detto. Atteso quanto sopra confido in un benevolo epilogo. Ciao Roberto.

Ed in un benevolo epilogo auspichiamo un po’ tutti visto che comunque, le parole di Milone, hanno di certo acceso i riflettori sulla questione “servizi” e “strutture” legate al turismo di Capo d’Orlando. Parole forti quelle utilizzate dall’assessore che hanno provocato un vero e proprio vespaio di polemiche naturalmente, in maniera più spiccata, tra gli oppositori dell’attuale amministrazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close