fabrizio de andre pp

C.d’Orlando: un successo “Buon Compleanno Faber!”

“Perché scrivo? Per paura. Per paura che si perda il ricordo della vita delle persone di cui scrivo. Per paura che si perda il ricordo di me. O anche solo per essere protetto da una storia, per scivolare in una storia e non essere più riconoscibile, controllabile, ricattabile.”, con queste parole Fabrizio De Andrè spiegava la sua esigenza di scrivere e raccontare ed è proprio con queste parole che si è aperto ieri sera il tributo in sua memoria.

Avrebbe compiuto 73 anni, ieri, Faber, e per festeggiare e ricordare insieme questo amato cantautore schivo, i ragazzi del Forum Giovanile di Capo d’Orlando hanno voluto organizzare un evento, un tributo alla sua memoria.

La Sala “Tano Cuva” della Biblioteca, che, soprattutto, negli ultimi mesi è diventata un luogo simbolo degli incontri del Forum, ha ben accolto la serata e le tante persone intervenute.

L’evento, cui motore trainante è stata la passione e l’amore per il cantautore della responsabile della “Commissione Cultura” Simona Russo, si è alternato tra le musiche cantate e suonate da Carmelo Bertolone e dal giovane gruppo dei Mediteranea. Protagonista della serata non è stata solo la musica dell’amato Faber, bensì, la stessa, è stata un susseguirsi di letture , interventi e contributi video che hanno contribuito notevolmente a far emergere i tratti salienti del personaggio De Andrè.

 

A presentare l’evento, oltre, Simona Russo, altri 3 giovanissimi: Rosamaria Ferrarotto, Michele Anastasi e Davide Bevacqua, che hanno introdotto attraverso delle brevi presentazioni i brani ed i temi scelti per la serata.

L’amore, uno tra gli argomenti principali delle canzoni di De Andrè, l’Antologia di Spoon River, quell’opera americana, che la cara amica Fernanda Pivano gli regalò e da cui Fabrizio trasse uno trai suoi lavori più belli, qual è il concet album “Non all’amore, non al denaro, né al cielo”, infine, i luoghi del cantautore, la sua Genova, che così bene ha descritto nei brani in dialetto e la Sardegna, amato luogo di vacanza, ma anche scena del rapimento da parte dell’Anonima Sequestri avvenuto nell’agosto del 1979.

Un vero successo, quello ottenuto ieri sera dai giovani del Forum, posto in essere grazie alla passione, alla tenacia e alla voglia di conoscere e far conoscere.

Un momento musicale e culturale che ben si presta ad esser ripetuto il prossimo anno, magari al Cineteatro Comunale , come suggerito con soddisfazione dall’Ass.Rosario Milone: “Il Forum Giovanile è un organo comunale che vuole e deve portare avanti le istanze, i desideri e le passioni dei giovani, che siano aspetti culturali , sportivi, turistici o problemi di vita comune, dobbiamo utilizzare questo strumento per creare un futuro migliore, è tutta politica , è tutto vivere per raggiungere il bene comune.”

“La risposta del pubblico è stata eccezionale. E’ indecifrabile la gioia di scorgere durante l’evento i sorrisi sinceri del pubblico, al quale con poco si è regalato un momento culturale che ha donato spensieratezza, facendo dimenticare i problemi di ogni giorno. Dunque esorto i ragazzi, condividendo il pensiero del Presidente Basilio Pedalà a credere fermamente in questo mezzo, che lavora assiduamente in proficuo contatto con l’Amministrazione Comunale” queste le parole del Segretario del Forum Edoardo Lipari.

Infine, le parole di Simona Russo, anima pulsante dell’evento, che emozionatissima ha commentato: “

Sono contentissima della buona riuscita del tributo, credo che Faber sia orgoglioso di tutto ciò che abbiamo messo in piedi e penso sia questo l’importante. Mi hanno fatto davvero molto piacere i commenti sulla serata, non sempre si riesce a soddisfare tutti ma ieri in qualche modo ci siamo riusciti. Ringrazio coloro che mi hanno dimostrato l’entusiasmo e la gioia di cui avevo bisogno per pensare di creare un progetto simile in futuro, anche più grande se possibile!”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close