OLYMPUS DIGITAL CAMERA

C.d’Orlando: la minoranza interroga su Pissi, l’Amministrazione risponde con intervento d’urgenza

A seguito delle violente perturbazioni che hanno in questi giorni interessato le nostre zone, questa mattina il consigliere Galipo’, del gruppo “Insieme per cambiare” ed i consiglieri Sanfilippo, Micale, Trusso e Gemmellaro, dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando”, che compongono la minoranza del consiglio comunale di Capo d’Orlando, hanno presentato al Sindaco delle interrogazioni urgenti in merito ai lavori di manutenzione e prevenzione degli allagamenti al sottopasso ferroviario di C/da Pissi.

I consiglieri che fanno capo ai gruppi di “Librizzi Sindaco”, lapidari scrivono:

“Dato che, in occasione di precipitazioni abbondanti il sottopasso è puntualmente soggetto ad allagamento divenendo impraticabile e pericoloso per l’incolumità di chi vi transita e che, sono state numerose le segnalazioni che sono giunte alla nostra attenzione da parte di automobilisti rimasti bloccati nel sottopasso a seguito di tale impraticabilità, con conseguenti rischi per la propria incolumità fisica, chiediamo al Sindaco e all’Amministrazione di sapere quali sono le azioni che si intendono intraprendere – ci auguriamo con urgenza – al fine di risolvere in maniera definitiva il problema dell’allagamento che interessa il sottopasso.”

Per il consigliere Carmelo Galipo’, invece, la questione è più complessa e parla oltre che dell’ annosa questione della raccolta delle acque in contrada Mutallica anche dell’accesso al lato Nord del paese:

“Sulla stampa di qualche giorno fa si leggeva che l’Amministrazione, in merito alla chiusura del passaggio a livello di via Tripoli, non autorizzerà assolutamente l’esecuzione fino a quando RFI non realizzerà, come pattuito, il sottopasso, così da consentire a pedoni e veicoli il passaggio Mare-Monte, fino ad oggi garantito proprio dal passaggio a livello. Questa decisione che ci trova d’accordo e che riteniamo più che giusta, non è stata adottata invece per il passaggio a livello che collegava la c/da Mutallica – Tavola Grande con la Via del Mare di Capo d’Orlando.

In questo caso, la scelta sbagliata dell’Amministrazione si estrinseca, ancora di più, nella lamentela legittima dei numerosi residenti di quella contrada che reclamano l’impossibilità di oltrepassare, per un lungo tratto la linea ferrata. Sono, infatti, oltre 20 le famiglie che devono necessariamente percorrere oltre 1 km per varcare la “linea” e collegarsi con il lato nord del paese, dal quale è possibile uscirne.

Le rimostranze però si aggravano per via dell’ostruzione al regolare deflusso delle acque bianche, che negli anni scorsi ha creato importanti allagamenti. Proprio ieri sera, ad esempio, insieme ad alcuni cittadini della contrada abbiamo valutato le conseguenze di un problema reale al quale ancora non si è saputo trovare una soluzione. La pioggia, caduta nel pomeriggio di ieri, ha reso impossibile il transito in tutta la parte a sud della linea ferrata, come ad esempio, il ponte Pissi, allagato come al solito, la via Trassari e tutta la strada che costeggia la linea fino a Tavola Grande.

Nella zona vi è la possibilità di realizzare un adeguato passaggio carrabile e pedonale, con l’adeguamento di un sottovia già esistente, che andrebbe a collegarsi con la via del mare. Questo passaggio fungerebbe da collegamento con la via del mare e consentirebbe in caso di emergenza di uscire in fretta dal “recinto” nel quale i residenti si trovano confinati.

Premesso tutto ciò, si chiede al Sindaco se non ritiene opportuno, prevedere in aggiunta al sottopasso di via Cordovena, la realizzazione dell’ampliamento e adeguamento del sottopasso in località Mutallica – Tavola Grande, garantendo attraverso la predisposizione di un opportuno sistema di raccolta, il normale deflusso delle acque che eviti il verificarsi dei continui allagamenti.”

Ma pronta, giunge, come sempre, la risposta dell’Amministrazione, che nella tarda mattinata di oggi dirama un comunicato in cui comunica di aver programmato un intervento d’urgenza al sottopasso di Pissi.

“L’Amministrazione Sindoni, in attesa di completare un progetto di raccolta acque bianche nella zona dello stadio comunale “Ciccino Micale” e della strada che collega lo stesso alla via Consolare Antica, ha deciso di intervenire d’urgenza per risolvere l’annoso problema dell’allagamento del sottopasso ferroviario. E’ stato dato incarico alla ditta “La Dinamica” di Sarino Galipò, manutentore del Comune della raccolta acque bianche, di effettuare un intervento che permetta il deflusso delle acque meteoriche attraverso pompe di spinta che consentano di superare il dislivello esistente.

“Così come abbiamo nei mesi scorsi anticipato – ha dichiarato il Vice Sindaco Aldo Sergio Leggio – il nostro UTC sta completando un progetto complessivo di regimentazione delle acque bianche e della fogna in questa parte di territorio in via di grande espansione. I lavori che inizieranno nelle prossime ore, sono solo un’anticipazione, stante l’urgenza dovuta alle insistenti piogge che in questi ultimi giorni hanno peggiorato la già difficile situazione, aumentando lo stato di pericolo per la pubblica incolumità”.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close