cronaca-abruzzo_pesca-la-regione-anticiper-cassa-integrazione-a-marineria1

C. d’Orlando: sospesa la pesca al novellame perché in contrasto con la normativa vigente


Dopo la presa di posizione delle associazioni associazioni ambientaliste, è ora il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ad intervenire.

Il Ministero richiama al rispetto della normativa vigente che non consente alcuna deroga al divieto di pesca al novellame in assenza di un Piano di Gestione basato sull’analisi della situazione ed orientato alla tutela delle risorse del mare.

Di conseguenza, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ha disposto il divieto della pesca al novellame improvvidamente autorizzata dalla Regione Sicilia in contrasto con il parere della Ricerca Scientifica e con la normativa comunitaria.

Legambiente esprime soddisfazione per l’intervento di sospensione disposto dal Ministero, il quale ha condiviso le ragioni subito esposte dall’Associazione.

Auspica che la Regione Sicilia prenda atto del grave errore commesso ed eviti in futuro forzature della normativa che peraltro espongono a procedure di infrazione.

Gli interessi degli operatori della pesca e dei cittadini tutti non si tutelano avallando il prelievo indiscriminato delle risorse del mare ma promuovendone una gestione corretta e sostenibile: la pesca del novellame nella situazione attuale non aiuta la Pesca ma i predatori del mare.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close