AICON

Giammoro: salta incontro con Crocetta, ex dipendenti Aicon scendono in strada

Ancora una volta uniti per credere in un futuro i 324 ex dipendenti dell’Aicon Yachts per i quali la cassa integrazione è scaduta lo scorso 31 gennaio. Questa volta a deluderli lo stesso Presidente della Regione Crocetta.

I lavoratori, come si ricorda, erano riusciti a farsi fissare dal Presidente Crocetta, infatti, un incontro che era stato programmato per lo scorso giovedì. L’incontro palermitano, però, è saltato ed ora sono stanchi di attendere e uniti scendono in strada.

Un rinvio, quello giunto da Palermo, che non ci piace per nulla  in una vicenda, quella Aicon“ci sono 324 lavoratori licenziati in massa il 30 gennaio, c’è l’interesse di un acquirente ma mancano governi ed istituzioni”, ha dichiarato Vincenzo Capomolla di USB (Unione Sindacale di Base).

“Francamente – continua Capomolla – si ha l’impressione di essere davanti ad un muro di gomma di governi ed istituzioni. Al di là della vicenda Aicon, tutte le crisi finiscono sistematicamente con i licenziamenti, non c’è un piano occupazionale per il futuro di questo territorio, un tavolo, una politica, i lavoratori vengono licenziati ed abbandonati con i pochi soldi un assegno di mobilità. Il privato non ce la fa, il pubblico chiude uffici e servizi: che futuro è questo?”.

Con l’amaro in bocca, tanta delusione, ma con grande unione e forza, per cercare di andare avanti, giovedì prossimo, dunque, gli ex dipendenti Aicon percorreranno le strade della città dello Stretto per  chiedere ancora una volta risposte ed interventi concreti a governi ed istituzioni.

“Non ci stupiremmo – precisa Capomolla – se già in corteo cominciassero ad aggregarsi anche altri lavoratori delle troppe crisi di questa città”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close