Rocca-Real Calcio

Promozione: Pioggia di gol per il Rocca, 5-1 al Real Calcio

CAPO D’ORLANDO – When it rains, it pours. Letteralmente “quando piove, diluvia” nel linguaggio anglosassone, una frase idiomatica perfetta per descrivere la goleada che l’USD Rocca di Caprileone ha rifilato al malcapitato Real Calcio Termini Imerese sotto il nubifragio di epiche proporzioni abbattutosi sul “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando.

Per la sfida valevole per la 22a giornata del campionato di Promozione Siciliana Girone B mister Vicario deve ancora una volta rinunciare a Cocivera ma ritrova finalmente il bomber Marandano dopo un mese di stop. Il Rocca si schiera dunque col classico 3-4-1-2 che vede in porta Adamo, il trittico Giacobbe-Venezia-Curasì davanti a lui, la coppia Margò-Smeriglia a fare da schermo in mezzo al campo con Truglio e Maniaci sulle fasce e Iuculano a fare da supporto a Cicirello e Marandano. Risponde il Real di mister Infantino con uno schieramento per nulla rinunciatario guidato dal trio Cupani-Verdone-Comella. Il direttore di gara è il signor Cutrufo di Catania.

Servono solo 4′ a Marandano per diventare l’incubo della retroguardia termitana. L’attaccante si incunea in area e, con uno splendido tiro liftato, prova ad uccellare un Lo Bianco poco fuori dai pali. La sfera però non gira a sufficienza e l’occasione sfuma. Poco dopo, lo stesso centravanti castelbuonese prova a sorprendere l’estremo difensore ospite con un destro incrociato ma la sa conclusione viene deviata in angolo. Sugli sviluppi del corner, Venezia in mischia sfiora la rete per i padroni di casa. Appuntamento di poco rimandato.

Al 18′, infatti, Marandano va via sulla destra e serve Cicirello. Il giovane attaccante biancazzurro mette in mezzo un pallone che Lo Bianco può solo smanacciare. Il più lesto di tutti è Iuculano che, come un rapace, si avventa sulla sfera e la scaraventa in rete per il vantaggio del Rocca, 1-0.

Passano pochi minuti e la squadra di mister Vicario raddoppia. È il 27′ quando ancora Marandano mette in movimento sulla sinistra Iuculano. Il fantasista salta il suo marcatore e mette in mezzo per Cicirello che, a tu per tu con il portiere avversario, colpisce il palo. Sulla ribattuta arriva Truglio che insacca il punto del 2-0 in una gara totalmente a senso unico.

Sotto una pioggia battente, il Rocca domina la sfida e concede pochissimo alla formazione ospite. A pochi secondi dal termine del primo tempo arriva il colpo del ko. Un sontuoso Marandano taglia il campo e serve Truglio. L’ala fornisce a Cicirello un pallone d’oro che l’attaccante deposita in rete con freddezza mandando così le squadre al riposo sul punteggio di 3-0.

La seconda frazione di gioco si apre con un lampo del Real. Verdone da fuori esplode un sinistro che fulmina Adamo, accorciando così le distanze e cercando di riaprire un match che sembra ormai chiuso. Chiuso il match lo diventa davvero al 54′ quando La Rosa, appena subentrato a Iuculano, realizza il più facile dei gol dopo un pregevole assist di Marandano che salta Filpo sulla destra e serve l’accorrente compagno che da pochi passi non sbaglia, 4-1.

La partita scivola via senza troppe emozioni, causa anche le condizioni climatiche quasi proibitive. Comella cerca di scuotere i suoi con un tiro dalla distanza ma Adamo è attento. Poi è Verdone a seminare il panico tra la difesa a scacchi dei padroni di casa ma non riesce a concludere. All’88’ però Marandano trova la soddisfazione personale sfruttando un cross dalla fascia sinistra e depositando alle spalle di Lo Bianco il gol che vale il 5-1. Un gol meritato per il rientrante bomber, certamente uno dei migliori in campo. C’è ancora tempo per Verdone per far guadagnare la pagnotta ad Adamo con un bel sinistro dopo una bella serpentina ma il portiere locale ci mette una mano e nega la gioia del gol al fantasista termitano.

Basta così per il signor Cutrufo che, senza recupero, mette fine alle ostilità. Rocca batte Real Calcio 5-1 e mantiene inalterate le distanze che separano la capolista da Cefalù, Spadaforese e Sacro Cuore Milazzo, tutte vincitrici nei propri anticipi casalinghi. Aspettando l’Igea Virtus, il Rocca continua a sognare il fatidico salto di categoria senza fermarsi davanti a niente, pioggia compresa. In fondo, non può piovere per sempre.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close