paese piraino

Piraino: “E la montagna partorì il topolino”: dura nota dell’opposizione

Dopo le polemiche delle ultime settimane circa l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio con le accuse dell’attuale amministrazione guidata da Gina Maniaci al passato esecutivo, arriva una dura nota dell’opposizione consiliare di Piraino, di fatto divisa in due netti schieramenti. Da una parte si collocano il Capogruppo di minoranza, l’Ing. Maurizio Ruggeri, insieme a Pino Campisi e Giuseppe Spanò Bascio e dall’altra parte l’ex Assessore Angelita Terranova e la Dott.ssa Domenica Repici.

Il j’accuse del gruppo di opposizione è diretto alla presunta “inattività” dell’attuale amministrazione, che si troverebbe, secondo il comunicato dei consiglieri, in una situazione di stallo e di blocco poco produttivo per Piraino. Ecco, di seguito, la nota di Maurizio Ruggeri, Pino Campisi e Pippo Spanò.

Nove inutili mesi di amministrazione a Piraino

Considerato che l’attività amministrativa del Comune di Piraino sembra essersi impantanata in una sterile discussione sull’approvazione o meno di alcuni debiti fuori bilancio, discussione che adesso appare realmente stucchevole, si ritiene indispensabile sollecitare il Sindaco e la Giunta a lavorare per il bene del paese portando avanti tutto il patrimonio di progettazione e finanziamenti lasciato dalla passata amministrazione.

Da una rilettura del bilancio di mandato redatto dall’amministrazione uscente, l’attuale Giunta potrebbe prendere qualche spunto per sapere come orientare il suo impegno, nel tempo, a nostro avviso molto scarso, che dedica al Comune di Piraino.

Sembra infatti strano non riuscire a criticare le iniziative di questa amministrazione in carica, ma il fatto è che non ci sono iniziative di rilievo, quindi il nulla è difficile da criticare.

Aggiungiamo che la nostra indole non ci spinge a fare azioni eclatanti e dannose per gli attori in campo.

Al contempo non possiamo non notare che alcuni dei pochi deliberati dell’attuale esecutivo sono a dir poco discutibili sotto alcuni aspetti di legittimità.

In quasi 9 mesi di amministrazione la montagna ha partorito un topolino, nessuno degli interventi già finanziati ha avuto inizio.

Attivare e proseguire le iniziative e gli investimenti per il Comune di Piraino (visto che si parla di milioni di Euro) potrebbe certamente dare una boccata d’ossigeno ad un paese che in questi mesi sembra via via spegnendosi, affossato da una gestione che spesso non affronta neanche l’ordinaria amministrazione e alla quale si aggiunge una pressione fiscale innalzata a livelli insopportabili.

Ci impegneremo a confrontarci anche su questo nei prossimi mesi e mentre pensiamo a tutto quello che potrebbe essere fatto per intervenire direttamente a far ripartire l’economia del nostro paese, ci preoccupa anche quello che non si è fatto riguardo alle attività che influenzano l’economia in maniera indiretta, ma non per questo meno rilevante; ad esempio, ci chiediamo, che fine hanno fatto:

1)    IL PIANO REGOLATORE

2)    IL DISTRETTO TURISTICO “TIRRENO NEBRODI”

3)    L’INIZIATIVA “TORRI E GUSTO”

4)    LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DEI RIFIUTI

??????????????????

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close