renato-cilona

Librizzi: emergenza AtoMe2, Cilona “come pagare i lavoratori della Dusty non retribuiti da circa un anno?”

Il Sindaco, Renato Cilona, ed i Responsabili del 1° Settore Amministrativo -Finanziario e del 2° Settore Tecnico, hanno inviato una Nota all’ATO Me2 S.p.a di Barcellona P.G. (in liquidazione), alla Società Dusty S.r.l. di Catania, al Prefetto di Messina ed a tutte le Autorità Regionali competenti.

Nella nota chiedono, in sintesi, in virtù del totale e ormai atavico stato di confusione e di blocco amministrativo/finanziario in cui versa l’ATO ME2 S.p.a. di Barcellona P.G. (in liquidazione), come poter pagare i servizi di igiene urbana svolti sul territorio comunale dalla Dusty S.r.l., a chi pagare, quando pagare e soprattutto sulla scorta di quali fatture, di quali servizi effettivamente resi (solo la raccolta ed il trasporto in discarica dei rifiuti solidi urbani) e di quali piani finanziari.

Nella Nota vengono spiegati i veri motivi perché il Comune di Librizzi non è stato messo in condizione di stipulare il c.d. Atto di subentro con la Società Dusty S.r.l. di Catania (inspiegabili e incomprensibili incongruenze nei Piani finanziari trasmessi dall’ATO ME2 S.p.A. di Barcellona P.G. e dalla Società Dusty S.r.l. di Catania – più di 50.000 € di differenza ai danni dei cittadini di Librizzi).

Viene precisato che con la Tirrenoambiente S.p.a., gestore della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, il suddetto Atto di subentro è stato regolarmente sottoscritto e mensilmente il Comune paga per i rifiuti che conferisce nella stessa discarica.

Vengono rigettati i pretestuosi ed infondati tentativi di scaricare l’intera responsabilità del mancato pagamento degli stipendi degli operai della Dusty S.r.l. sui comuni ed in particolare sui sindaci, in quanto tendenti solo ed esclusivamente a creare un clima di tensione sociale ed a mettere gli stessi operai contro i comuni.

Infine, attraverso la stessa Nota, il Comune di Librizzi, comunica a tutte le Autorità competenti la totale ed immediata disponibilità ad avviare i progressivi pagamenti (anche in acconto), previa presentazione di regolare e congrua fattura da parte dei soggetti legittimati, per i servizi di igiene urbana effettivamente resi sul territorio comunale e sulla scorta del Piano finanziario anno 2012 approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n° 29 del 25/09/2012, al fine di scongiurare il persistere di tale grave ed insostenibile crisi sociale, nonché per evitare qualsiasi emergenza igienico-sanitaria.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close