galipo

GALIPO’ SU STRISCE BLU E PARCHEGGI


Il consigliere Comunale eletto nella lista “Insieme per cambiare”, ha presentato una articolata interrogazione al primo cittadino, Enzo Sindoni, riguardante le strisce blu, i parcheggi, il traffico cittadino e i parchimetri. Vista l’inneficacia sia in termini di guadagni per il Comune che di funzionalità per i cittadini e turisti, Galipò pone una lunga serie di domande al primo cittadino nell’interrogazione riportata integralmente di seguito:
Il sottoscritto Carmelo Galipò capogruppo del gruppo cosiliare “Insieme per Cambiare”, Premesso che: da anni oramai la mancanza e/o insufficienza di idonee strutture adibite a parcheggi nel territorio comunale costituisce una “nota dolente” per l’intera cittadina; tale condizione comporta una disordinata gestione della  stessa viabilità, il quale culmine  è rappresentato da continui ingorghi nel centro urbano, multe salate per residenti e turisti che anche se per pochi minuti parcheggiano sulle “dannate” strisce blu; l’affidamento ormai più che decennale, ad azienda privata, con i c.d. parcometri, non ha risolto il problema dei parcheggi e della viabilità, nè ha dato quelle risposte in termini di occupazione e servizi che la cittadinanza si aspettava e merita; spesso i parcometri non funzionano creando eccessivi disagi agli utilizzatori e causa di ulteriori sanzioni; molte, se non quasi la totalità delle strisce blu presenti sul territorio comunale, sono all’interno della carreggiata stradale; è oramai consolidato e quasi superfluo ricordare, perchè già fatto in prcedenti atti ispettivi, che le strisce blu sulla carreggiata sono illegali perchè violano l’art. 7 comma 6 del C.d.S.; (sentenze Cassazione); lo stesso Codice della Strada prevede (art. 3) che per carreggiata debba intendersi la “parte della strada destinata allo scorrimento dei veicoli; essa è composta da una o più corsie di marcia ed, in genere, è pavimentata e delimitata da strisce di margine”.
In passato, e precisamente a dicembre del 2007 il sottoscritto con nota inviata al Presidente del Consiglio comunale invitava lo stesso a far predisporre dall’ UTC e portare l’argomento in Consiglio, un adeguato “Piano del Traffico” che indirizzasse adeguatamente i veicoli in transito da e per Capo d’Orlando, prevedesse l’apertura/creazione di nuove aree di sosta collegate tra loro da bus-navetta, l’istituzione di una zona a traffico limitato al centro con l’ausilio del bike sharing; aimè quella nota non fu mai presa in considerazione e oggi dopo quasi quattro anni, quei problemi sollevati allora sono solo quattro anni più vecchi. Difatti i parcheggi continuano a mancare, gli ingorghi nel centro urbano, soprattutto nel periodo estivo sono all’ordine del giorno, e le strisce blu continuano ad essere fonte primaria di finanziamento delle casse comunali.
E’ sacrosanto punire chi non rispetta le regole, ma nel nostro contesto queste regole inducono, spesso per necessità, a trasgredire piuttosto che prevenire la trasgressione; tant’è che financo per prendere un caffè, scendere per un emergenza in farmacia, o sostare per pochi minuti per  qualsivoglia necessità,  l’automobilista è a rischio di multa. Per non parlare dell’aspetto negativo sotto il profilo turistico: i vacanzieri dell’intherland che volessero trascorrere una giornata sulla spiaggia di Capo d’Orlando, devono mettere in conto di pagare per un parcheggio poco meno di 10 € e per tale motivo scelgono destinazioni diverse per i loro ristori.
Il sistema utilizzato per l’emissione dei ticket di parcheggio non risulta essere, a parere di chi scrive il più idoneo alla causa; i parcometri difatti sono distanti l’uno dall’altro e non consentono l’agevole pagamento del ticket  e talvolta risultano essere non funzionanti.
Per i motivi in narrativa il sottoscritto interroga il Sig. Sindaco per sapere:
a quanto ammontano le entrate derivanti dagli incassi dei parcometri;
a quanto ammontano, per ogni anno, le multe elevate dall’istituzione delle strisce blu ad oggi;
quanto di queste somme è stato incassato dal Comune di Capo d’Orlando;
come sono state impiegate tali somme;
se non ritiene opportuno dare mandato all’UTC comunale di redigere un Piano del traffico;
se non ritiene di destinare il parcheggio di Piazza Stazione al gratuito utilizzo degli operatori commerciali ai quail deve essere rilasciato apposito Pass;
se non ritiene opportuno individuare e destinare ulteriori aree a parcheggi, rendendole adeguatamente fruibili e collegate tra loro da bus navetta;
se non ritiene opportuno nell’interesse di residenti e turisti istituire una franchigia di 15 min. per coloro che devono sostare solo qualche minuto o compiere operazioni urgenti senza avere la spada di Damocle su collo;
se non ritiene opportuno cambiare metodo di emissione dei ticket di parcheggio attraverso l’utilizzo dei “gratta e sosta”, utilizzati in moltissime città in accordo con le attività commerciali  e rivedere quindi la convenzione con la società di gestione delle   c.d. “strisce blu”, prevedendo anche la riduzione del costo orario della sosta.
Il Gruppo consiliare “ Insieme per cambiare” manifesta la propia disponibilità a collaborare alla stesura del piano del traffico nonchè si manifesta disponibile a mettere a disposizione professionisti pronti a fornire “gratuitamente” consulenza per la concretizzazione di quanto sopra proposto.
Carmelo Galipò

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close