Barresi Filippo nato a Barcellona P.G. il 14.11.1955 stampa

Barcellona: arresto Barresi. Commento del sindaco e delle Associazioni antiracket

“L’arresto questa notte del latitante Barresi, ricercato dal 2010, rappresenta un tassello importante che si va ad aggiungere alle recenti operazioni condotte dalle forze dell’ordine”. Questo, quanto dichiarato, attraverso una nota, dal sindaco di Barcellona P.G., Maria Teresa Collica.

“È doveroso riconoscere – precisa il sindaco Collica – l’ottimo operato di magistratura e polizia che, dopo i sequestri patrimoniali realizzati pochi mesi fa allo stesso Barresi hanno ottenuto questo ulteriore risultato. Si fa sempre più forte così la pressione sui personaggi cardine delle cosche barcellonesi e l’auspicio è che si continui su questa strada positiva. Come più volte ho ribadito è necessario che tutta la cittadinanza si faccia carico della lotta alla mafia agendo con onestà e coraggio ogni giorno”.

“Solo con un’azione diretta a più livelli riusciremo infatti a scongiurare definitivamente il fenomeno mafioso. Mi sembra infine  importante – conclude il primo cittadino – sottolineare come questa notizia porti ulteriore conforto e fiducia proprio a poca distanza da alcuni fatti di sangue che hanno turbato la nostra città”.

Anche Pippo Scandurra  e le associazioni antiracket della provincia di Messina hanno espresso grande apprezzamento per l’importante operazione, che alle prime luci dell’alba, ha portato gli uomini della Polizia di Stato, coordinati dal Vice Questore Mario Ceraolo, ad arrestare a Milazzo, Barresi (nella foto la scala che conduce alla botola ove era nascosto).

“Grazie ad una notevole attività di controllo del territorio e grazie ad un capillare ed intenso lavoro di indagine – si legge in un comunicato delle Ass. antiracket – la polizia è riuscita ad assicurare alla giustizia un uomo considerato tra i più importanti esponenti della criminalità organizzata che opera sul Longano, descritto da recenti collaboratori di giustizia come uno dei vertici della criminalità barcellonese, ritenuto autore di omicidi ed estorsioni, coinvolto tra l’altro nei processi Mare Nostrum, Icaro e Gotha”.

“Un grazie – proseguono le Ass. anti racket – alle Forze dell’Ordine per l’incessante lavoro che ogni giorno svolgono per garantire e mantenere la sicurezza dei cittadini e del territorio. L’impegno di questi uomini e di queste donne deve costituire uno sprone a non piegarsi dinanzi all’arroganza ed alla prepotenza della criminalità organizzata ed anzi a combattere ogni giorno perché vengano definitivamente sconfitti ogni forma di sopruso e di illegalità”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close