Upea_Bologna_pp

C.d’Orlando: Un’Upea dai due volti vince contro Bologna

Un’Upea dal doppio volto quella vista questa sera al PalaFantozzi e ripresa dalle telecamere di Rai Sport 2: molle e sottotono nei primi due quarti, pronta e reattiva, con tanta voglia di vincere, negli ultimi due. Sembrava compromessa la gara quando l’Upea andava negli spogliatoi sotto di 18, ma la risposta arriva puntuale in avvio secondo tempo, con Mason e Battle che costruiscono azione per azione un vantaggio che porta l’Upea a vincere per 85-82 dopo un finale al cardiopalma.

L’Upea sembra spaesata nei primi due quarti, irriconoscibile rispetto a quella che ha vinto solo 5 giorni fa a Scafati. Sembrano faticare più del solito i padroni di casa, non riescono a tenere Cutolo e compagni, che fanno indisturbati la loro partita senza curarsi dei corpi bianco-blu fermi in difesa. Harris punisce la difesa paladina con due triple, Battle cerca di salvare il salvabile, ma anche Vitali e Mosley bersagliano il canestro dei paladini, Cutolo firma il +20 Bologna (7-27). Ad un minuto dalla fine del quarto l’Upea ritorna a segnare con il ritrovato capitan Benevelli. La tripla di Mason chiude il parziale sul – 17 Upea (12-29).

In apertura secondo parziale l’Upea tenta, guidata da Mason (unico paladino da “salvare” nel primo tempo) ad accorciare le distanze, ma il minor vantaggio bolognese è +14 (19-33). L’Upea fatica, non riesce neanche con la zone-press a recuperare palla e i bolognesi sembrano dei fenomeni al PalaFantozzi. Quando il tabellone segna 23-40 e viene fischiato un fallo in attacco a Mason, tutta la tensione paladina esplode per mano di Matteo Palermo, che si fa fischiare un fallo tecnico per proteste. Cutolo ed Harris riportano il vantaggio sul +20 (23-43), dopo 19 minuti arrivano i primi due punti di George, si va negli spogliatoi sul 28-46.

Il terzo quarto è tutt’altra storia, evidentemente la strigliata di coach Pozzecco negli spogliatoi serve a svegliare i suoi. Uno stratosferico Mason e un George a sprazzi guidano l’Upea verso la rimonta, con la tripla di Battle i paldini vanno sul sul -5 (48-53). Il fallo tecnico a Vitali per simulazione sembra mettere bene le cose per i paladini, ma Battle fa 1/4 ai liberi, Verri punisce da 3 e Mosley e Montano allungano nuovamente sul +13. La preghiera di Mathis da metà campo va a segno infuocando il PalaFantozzi e chiudendo il quarto sul 53-63.

L’ultimo parziale inizia nel segno dell’Upea, George piazza due triple per il -4, Cutolo cerca di tenere i suoi avanti, ma il parzialino firmato Mathis, Battle e Mason porta i bianco-blu sul primo vantaggio della partita (70-68). Cutolo e Vitali due volte da 3 ribaltano la situazione, è di nuovo +4 Bologna (73-77). Ci pensa Battle però a togliere le castagne dal fuoco: due bombe che riportano l’Upea sul +1 e un vero e proprio volo a catturare un rimbalzo che porta Mathis a firmare il massimo vantaggio Upea, +3 a soli 39 secondi dalla fine (83-80). Il finale è cardiopalma, Harris mette i tiri liberi del -1, l’Upea perde palla e Bologna ha l’opportunità di andare in vantaggio, sbaglia e il rimbalzo è di Mason, che subisce fallo e scrive la parola fine con i tiri liberi dell’85-82.

“Abbiamo vinto con gli attributi – dice coach Pozzecco a fine gara -, non ho aggettivi per descrivere questi meravigliosi ragazzi e non voglio neanche trovarli. Voglio soltanto ringraziarli e ringraziare tutti quelli che sono venuti al palazzetto e che hanno visto, insieme a tutta Italia, una partita straordinaria.”

Upea Orlandina Basket – Biancoblù Basket Bologna 85-82 (12-29; 28-46; 53-63)
Orlandina: Passera 2, George 15, Poletti 1, Benevelli 2, Palermo 2, Battle 24, Mathis 8, Mason 31, Bontempo, Vitali, Pellegrino e Portannese ne. Coach: Gianmarco Pozzecco
Bologna: Harris 1, Cournooh 2, Verri 6, Gasparin ne, Montano 7, Diviach ne, Cutulo 24, Pini, Infante ne, Vitali 15, Drenovac ne, Mosley 11. Coach: Stefano Salieri
Arbitri: Rossi, Perretti, Boninsegna.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close