librizziani_pp1

C. d’Orlando: “ordinanza illegittima”


I consiglieri di minoranza eletti nelle liste di appoggio alla candidatura dell’Avvocato Salvatore Librizzi puntano l’attenzione sull’attuazione del nuovo regolamento sui tagli stradali sul suolo pubblico giudicando il ricorso ad una ordinanza definita “illegittima” e  “gravemente lesiva delle prerogative di partecipazione e confronto del Consiglio Comunale”.

Di seguito l’interrogazione in versione integrale:

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta su: “Attuazione nuovo regolamento tagli stradali sul suolo pubblico nelle more di approvazione definitiva da parte del Consiglio Comunale(ordinanza sindacale n. 8 del 22 gennaio 2013)

I sottoscritti, Gaetano Gemmellaro, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Consiglieri comunali dei Gruppi “Democratici per Capo d’Orlando” e “Librizzi Sindaco”,

premesso che:

– su direttiva dell’Amministrazione comunale, l’Area LL.PP. e Manutenzioni ha predisposto il Regolamento che disciplina l’esecuzione e le modalità dei tagli stradali sul suolo pubblico comunale;

– con delibera di Giunta Municipale n. 24 del 18 gennaio 2013, è stato approvato lo schema del predetto Regolamento, fatta salva la competenza del Consiglio comunale per l’approvazione definitiva, ai sensi dell’art. 1, comma 1, L.R. n. 48/1991 e dell’art. 32 L. n. 142/1990;

considerato che:

– in data 22 gennaio 2013, la S.S. ha adottato l’ordinanza sindacale n. 8, con la quale ordina al Responsabile dell’Area LL.PP. e manutenzioni, Ing. Michele Gatto, di attuare lo schema di Regolamento dei tagli stradali;

ritenuto che:

– al predetto Regolamento, immotivatamente ed ingiustificatamente, è stata data attuazione con la predetta ord.za sindacale in violazione delle disposizioni del vigente Statuto comunale e della L.R. n. 48/1991, in forza delle quali l’approvazione definitiva dei Regolamenti comunali rientra tra le competenze del Consiglio comunale;

– “a prescindere” dalla violazione normativa e statutaria, l’atto adottato appare l’ennesima violazione del principio della separazione delle competenze e mortifica la dignità istituzionale del Consiglio comunale;

quanto sopra premesso, considerato e ritenuto, i sottoscritti Consiglieri comunali interrogano la S.S. per sapere:

a) se non ritiene necessario e/o opportuno ritirare in autotutela l’ord.za sindacale n. 8/2013, poiché palesemente illegittima e/o inopportuna e gravemente lesiva delle prerogative di partecipazione e confronto del Consiglio comunale;

b) se non ritiene necessario chiedere la convocazione urgente del C.C. per l’esame e l’approvazione del citato Regolamento.

Si richiedono risposta scritta e l’inserimento come punto all’o.d.g. nel prossimo Consiglio Comunale.

Gaetano Gemmellaro, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close