piazza jacopo ortis

Brolo: risanata Piazza Ortis, “tolleranza zero contro l’inciviltà”


Vigilanza e tolleranza zero per chi abbandonerà i rifiuti. Rimossi i cassonetti. La piazza si appresta anche ad ospitare le nuove pensiline per la fermata dei bus e le auto in sosta dei pendolari.

Era diventata spesso il luogo preferito per chi voleva abbandonare rifiuti ingombranti.

L’avevano scelta, proprio per questo,  anche gente di fuori paese.

Poco illuminata nelle sue aree laterali, solo qualche macchina di giovani coppiette sul lato opposto, una sosta veloce ed il gioco era fatto.

Rifiuti ingombranti, carcasse di computer, lavastoviglie, divani e sterro venivano abbandonati, adagiati, gettati lì.. di fatto in barba ad ogni dettame del vivere civile, della convivenza urbana, della normativa. Uno scempio nei riguardi del decoro urbano, dell’ecologia, della natura. “Ora, dice l’assessore brolese Enzo Di Luca, diciamo basta, e non solo in piazza Japoco Ortis, ci sarà tolleranza zero per chi non rispetta la legge, le regole e smaltisce i rifiuti irregolarmente”.

Ordinata, sistemata, pulita, decorosa. E così deve rimanere, dice Di Luca, vigileremo con ogni mezzo per reprimere e punire chi si ostinerà a trasformarla ancora in discarica”.

E ribadisce: “per i rifiuti ingombranti si può telefonare all’Ufficio Tecnico Comunale, al numero 0941 536030. Si riceveranno le istruzioni e le modalità, giorno, orari, tempi, nei quali il personale della ditta autorizzata  che si interfaccia con l’amministrazione effettuerà il prelievo di quanto si vuole smaltire”.

Per tutti gli altri rifiuti, dallo sterro all’amianto, dagli olii ai rifiuti speciali e pericolosi, ci sono normative ben precise e procedure che non possono essere evitate. Lì  il reato diventa penale e non solo amministrativo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close