Mason_pp

C. d’Orlando: L’Upea espugna Scafati, 75-80 dopo un supplementare

L’Upea vince meritatamente a Scafati una gara tirata e sudata fino alla fine, dopo un supplementare conquistato con le unghie e con i denti dai campani, che sembrava aver messo in pericolo la possibilità dei bianco-blu di conquistare i due punti. Arrivato anche l’aspettato riscatto di Anthony Mason (nella foto, tratta da orlandinabasket.it) dopo la deludente gara di Imola (MVP della gara con 23 punti e 10 rimbalzi), e da segnalare anche le ottime prestazioni di Talor Battle (autore di 20 punti e fondamentale nei momenti critici della gara) e Mitch Poletti, che con 9 punti e 17 rimbalzi non fa sentire la mancanza del capitano Benevelli.

Il quintetto schierato da coach Pozzecco è formato da Passera, Battle, Mason, Poletti e George, Scafati risponde con Porta, Mays, Ghiacci, Baldassarre e Slay. La gara è da subito molto accesa, con i bianco-blu costretti a difendere forte e correre in contropiede per sfuggire alla difesa schierata di Scafati, guidata soprattutto da Ron Slay, che sembra un muro inconstrastabile per George e compagni. Scafati va sul +4, ma dopo la pesantissima tegola dell’uscita dal campo di Ron Slay per il terzo fallo, l’Upea gioca un ottimo finale di quarto, con un buon Anthony Mason alla ricerca del riscatto, riuscendo con Battle e Poletti a portarsi sul +7 (10-17). Il primo parziale si chiude sul 12-17 con il canestro di Mays allo scadere.

In avvio secondo quarto arriva la brutta notizia del terzo fallo anche per Otis George, l’Upea viene così privata del suo centro di riferimento, e buona parte delle responsabilità ricadono su Mitch Poletti, che risponde presente e fa male alla difesa campana: è infatti il miglior realizzatore del primo tempo (9 punti e 10 rimbalzi dopo 20 minuti di gioco). L’Upea mantiene un solido vantaggio su Scafati, l’unico pericolo di riavvicinamento arriva subito dopo il terzo fallo di George, con Bushati che porta i suoi sul -2 (21-23), ma Poletti e Mathis rispondono colpo su colpo e le squadre vanno negli spogliatoi sul +6 Upea (29-35).

Il terzo parziale si apre con Mathis che concretizza il massimo vantaggio Upea (+11), ma Ghiacci, Tavernari e Porta vanificano in un amen gli sforzi dei paladini: le tre triple dei giallo-blu, che costruiscono un parzialino di 9-0, riportano nuovamente Scafati sul -2 (40-42). Arriva però la risposta immediata dei paladini, che con un ottimo Mason riconcretizzano un +8 in chiusura terzo quarto (46-54).

L’ultimo quarto si apre con un nuovo tris di triple dei campani: Slay, Mays e Tavernari sono i protagonisti del nuovo parzialino dei giallo-blu, che significa nuovo sorpasso Scafati (che mancava dal primo quarto) sul 59-56. Passera cerca di arginare i danni, ma sono Mason e Battle gli uomini decisivi dell’Upea, con il play americano che realizza la tripla del vantaggio (66-67), il pari-ruolo Mays che fa esplodere il PalaMangano con la bomba che sembra segnare la fine della gara (69-67) a 7 secondi dalla fine e Mason che fa il miracolo segnando da sotto il pareggio che porta l’Upea al supplementare.

L’over-time si apre con quella che sembra una tegola per i paladini: il quinto fallo di Mason. Antonio Porta ne approfitta subito e mette la tripla del 72-69, ma l’Upea riesce a fare di necessità virtù: un ottimo Portannese realizza le due triple fondamentali che riportano i paladini avanti (73-75), George recupera una palla importantissima, Battle in lunetta li realizza entrambi ed è nuovamente +5 Upea (73-77) quando mancano 45 secondi alla fine. Il fallo di Mays riporta Battle sulla linea della carità, questa volta però il play americano li sbaglia entrambi, sembra mettersi male per l’Upea quando Mays riporta i suoi sul -2 (75-77). Battle riesce comunque a rimettere le cose in chiaro: torna in lunetta ancora una volta e chiude la gara sul 75-80.

Le parole di coach Pozzecco a fine gara sono per i suoi ragazzi: “Mi hanno regalato una soddisfazione enorme che dedico a tutta Capo d’Orlando, e in particolar modo alla società che mi ha dato questa opportunità e sta credendo in me. Abbiamo giocato col cuore e realizzato qualcosa di incredibile e strepitoso. Ringrazio Mitch Poletti, al quale abbiamo chiesto gli straordinari in questo periodo in cui ci manca il nostro capitano Benevelli, e lui non ci sta deludendo.”

Givova Scafati – Upea Orlandina 75-80 (12-17; 29-35; 46-54; 69-69)
Orlandina: Passera 4, George 4, Poletti 9, Portannese 10,  Battle 20, Mathis 10, Pellegrino, Mason 23, Palermo e Vignali ne, Coach: Gianmarco Pozzecco
Scafati: Mays 23, Porta 6, Bushati 9,  Tavernari 9, Baldassarre 7, Sorrentino, Rosignoli 4, Matrone, Ghiacci 7, Slay 9, Gorga e Izzo ne. Coach: Maurizio Bartocci

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close