427421_4036797810665_1311125932_n

Militello Rosmarino: dopo 40 anni, processione con l’antico Simulacro di Sant’Antonio Abate

Ultimato il restauro, dopo tanti anni d’attesa, domani, giovedì 17 gennaio, il simulacro di S. Antonio Abate ritornerà tra le strade di Militello e benedirà in Piazza Lodato gli animali domestici, come tradizione vuole. Il restauro conservativo dell’opera è stato curato dalla Dott.ssa Prof.ssa Castrovinci.

Nel 1990, l’allora commissione di S. Biagio, patrono di Militello, con in testa il Prof. Enzo Sanfilippo e l’Arciprete Don Rosario Lo Cicero, tentarono un ripristino e un ritorno al passato che non sarà più ripetuto vista la fatiscenza della statua lignea la quale portata in  processione avrebbe potuto subire compromissioni statiche  e strutturali importanti.

Un recupero storico-artistico ed allo stesso tempo, etno-antropologico quello che è stato voluto fortemente dall’attuale arciprete, Don Calogero Oriti, che già in poco meno di un decennio si trova a raggiungere l’ambizioso traguardo di aver riportato all’antico splendore tutte le opere lignee e pittoriche custodite all’interno della Chiesa Madre, dopo che nel 2006 ha presenziato la riapertura al culto dello stesso edificio ecclesiastico,una volta restaurato. Un sogno continua, però, a inseguire  Don Calogero: “il restauro della canonica e dei locali annessi”, come anche il recupero delle Mummie, e la creazione di un Museo religioso.

Il Culto di Sant’Antonio Abate a Militello Rosmarino è attestato fin dal secolo XVI, quando l’ordine francescano della omonima chiesa commissionava, probabilmente, agli abili intagliatori i fratelli Li Volsi di Tusa, il simulacro ligneo. La Chiesa di S. Francesco conservò fino ai primissimi anni del XX secolo l’opera lignea, che puntualmente ogni anno era processionata, dopo una preghiera, “a diciasettina”, recitata dal 01 Gennaio al 17.

Questo il programma della tradizionale festa, ripresa dopo 40 anni, ed organizza con cura e devozione dal Comitato:

ore 16.30 accoglienza dell’antico Simulacro di S. Antonio Abate all’ingresso del paese;

ore  17.00 inizio “Lodi” a S. Biagio e Santa Messa in Chiesa Madre;

ore 18.00 processione di S.Antonio Abate e benedizione degli animali Lodato, subito dopo segue la “Sciara ca Rama e i cannizzoli” per le vie del paese. Al termine delle processione, presso la casa di S.Biagio, “Sagra ru pani cunsatu”.

 

 

 

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close