stromboli

Stromboli: non si placa la furia del vulcano. Rischio elevato

Desta molta preoccupazione la situazione del vulcano. Nelle ultime ore sono stati registrati ben 23 segnali sismici associabili ad eventi franosi localizzati presso l’ area della sciara del fuoco. E’ stato anche registrato un segnale continuo di frana. L’ampiezza del tremore e’ su valori medio-alti, con un lieve trend in diminuzione. Anche le esplosioni sono state di ampiezza medio-alta. Ancora una volta nell’isola delle Eolie, dal mare si e’ innalzata una densa nube di vapore acqueo.

Questa, stamattina in prefettura a Messina, ha avuto luogo una riunione per fare il punto sull’attività’ vulcanica e definire le linee per la gestione dello stato di allerta che era stato già dichiarato dal dipartimento nazionale della Protezione civile sabato scorso. Hanno partecipato il sindaco di Lipari, Giorgianni, il vice comandante provinciale dei vigili del fuoco, Venuti, il dirigente provinciale della Protezione civile Regionale, Manfrè’, il responsabile della Protezione civile della Provincia di Messina e i vertici provinciali e locali della Guardia costiera.

Questo quanto emerso dall’incontro: “tenere costantemente informati i residenti dell’isola le cui abitazioni si trovino a distanza dalla battigia tale da esporli a rischio nell’eventualità’ di onde anomale che potrebbero essere sollevate da distacchi di materiale roccioso dal fianco del vulcano, nonchè’ di intensificare l’attività di osservazione e monitoraggio delle attività in corso”.

Cresce la paura tra i 500 abitanti dell’isola, nonostante le rassicurazione dell’Ingv e della Protezione Civile, che stanno continuamente monitorando la situazione, cominciano ad essere preoccupati.

Il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta e il dirigente generale del dipartimento regionale di Protezione Civile, Pietro Lo Monaco, stanno seguendo tramite il dipartimento regionale di Protezione Civile, la situazione dello Stromboli. Crocetta si e’ attivato affinché la situazione venga esaminata in tutte le sue possibili evoluzioni, in un apposito incontro che si svolgerà nella giornata di domani tra i rappresentanti del dipartimento nazionale di Protezione civile, il dipartimento regionale di protezione civile e l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close