upea_pp

C.d’Orlando: Brutta sconfitta dell’Upea in casa dell’ultima in classifica Imola

Esce sconfitta l’Orlandina Basket dal PalaRuggi di Imola, dopo una partita non proprio bella da vedere, con l’Upea più brutta della stagione che va sotto di 18 lunghezze ma che nel finale ha più di una volta in mano la palla per pareggiare o addirittura vincere la gara contro l’ultima in classifica. Si chiude dunque con sole 4 vittorie e 10 sconfitte il girone di andata del campionato di LegaDue per l’Orlandina Basket, che domenica prossima andrà a Scafati per tentare di iniziare meglio il girone di ritorno.

Il primo parziale si apre con un ottimo Chillo a dare seri problemi alla difesa paladina, che riesce a trovare punti solo con Otis George, ma il lungo dominicano non basta per tenere a galla l’Upea ed Imola allunga sul +9 (17-8) con la tripla di Rodolfo Valenti. Mathis e Battle accorciano le distanze e cercano di scuotere l’Upea, ma Turel e Gay chiudono il parziale sul 22-13.

In apertura secondo quarto l’Upea si riporta sul -6 (24-18), ma da allora entra completamente in bambola, il ferro sputa i tiri di Poletti e compagni, il nervosismo di Otis George si trasforma in un fallo in attacco più tecnico per il lungo paladino, e Imola crea indisturbata un parzialino di 12-0 (36-18), fermata solo da Poletti, che realizza da sotto e subisce il fallo di Valenti. Salgono in cattedra Poletti e Battle, che, insieme alle due triple consecutive di Palermo concretizzano il -5 Upea (41-36), realizzando un contro-parziale di 13-0 e andando negli spogliatoi sul 43-38.

Il terzo quarto si apre con il -3 firmato Poletti, ma Frassineti, Chillo e Foiera firmano un nuovo +15. Non servono a niente gli sforzi di Portannese e compagni, i tiratori paladini sparano a salve, un unico barlume di speranza arriva da George, che con una schiacciata chiude il terzo periodo 63-50.

I primi punti dell’ultimo quarto arrivano dal contropiede concretizzato da Talor Battle, l’Upea incomincia a difendere per come dovrebbe, recupera palla e corre in attacco, riesce a riaccorciare le distanze sul -7, ma dura troppo poco, Gay ricrea la doppia cifra di vantaggio con la tripla del 66-56. Imola perde ingenuamente palla più volte, regalando possessi all’Upea, che non concretizza però gli attacchi. Battle e George firmano il -5 Upea (66-61). Palermo tenta ancora una volta di togliere le castagne dal fuoco, però c’è Gay di nuovo per il +5 e Poletti per il -3 Upea (68-65). Coach Pozzecco vuole parlarci su per dare lo schema per l’ultimo attacco, ma Battle vanifica il possesso del pareggio: sul suo tiro da 3 gli arbitri ravvisano un’infrazione di passi. Mancano pochi secondi alla fine e l’ultima della classe Imola batte l’Upea Capo d’Orlando.

Aget Imola – Upea Orlandina 68-65 (22-13; 43-38; 63-50)
Orlandina Basket: Passera, George 18, Poletti 15, Portannese 2, Palermo 8, Battle 17, Mathis 5, Pellegrino, Mason, Benevelli e Vignali ne. Coach: Gianmarco Pozzecco
Imola: Turel 6, Chillo 12, Maestrello, Valenti 7, Frassineti 12, Masoni 2, Foiera 13, Gay 16, Riga e Sabattani ne. Coach: Federico Fucà

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close