Presidente ACM Ing Farid Adly - Moderatore

Acquedolci: interessante tavola rotonda sull’Arte Contemporanea

Ha avuto luogo, mercoledì scorso, presso la sala Consiliare,  alla presenza del sindaco, Avv. Ciro Gallo e dell’Ass. Daniela Zingale,  una tavola rotonda, organizzata dall’Associazione Culturale Mediterraneo e da Nebrodi Arte a conclusione della mostra collettiva “La luce nell’Arte Contemporanea”, alla quale hanno esposto le loro opere, 28 artisti provenienti da tutta Italia.

Il  dibattito costruttivo, a volte acceso, ma profondo e appassionato, senza decadere mai nei personalismi o nella polemica fine a se stessa è stato moderato  dai presidenti delle due associazioni, Farid Adly e Benedetto Ventura.

Adly ha introdotto il dibattito con una relazione nella ha delineato i confini dell’argomento da trattare: “I temi che saranno affrontati nella Tavola Rotonda – ha detto – verteranno sul ruolo dell’arte nella società contemporanea e sulle interpretazioni che gli artisti partecipanti alla collettiva hanno dato del tema proposto. E’ un momento di riflessione, per rilanciare i progetti artistici e culturali che le nostre due associazioni hanno inteso di mettere in campo”.

“Crediamo nel lavoro collettivo e nella necessità del confronto tra posizioni e idee diverse – ha continuato Adly-, per far passi in avanti e sempre verso l’alto a tutta la società nella quale viviamo. Tutti i grandi artisti sono diventati tali perché hanno costituito gruppi, correnti e movimenti artistici, perché hanno espresso le loro idee sulla società e le hanno riversate nelle loro opere e perché si sono confrontati su riviste e libri. Credo che la Cultura debba essere il faro, e non lo zerbino, per il potere e in questo quadro credo fermamente che l’artista debba sottrarsi all’egemonia mercantile, senza per questo aborrire il mercato”.

Numerosi gli interventi di artisti e pubblico che hanno messo in campo un’energia vitale per un confronto sincero e senza veli. Oltre a tematiche di storia dell’arte attinenti alla questione dibattuta, sono state espresse opinioni a confronto sulle correnti artistiche del novecento.

Un altro interessante argomento di discussione è stato: la libertà dell’artista da ogni condizionamento economico e politico. In  particolare è stata denunciata l’egemonia delle gallerie d’arte nazionali, con lo stuolo di critici a comando monetario, che spremono i giovani artisti, sfruttando il loro bisogno di visibilità.

Sono intervenuti nel dibattito Nunzio Ingenuo, Mario Biffarella, Pietro Cordici, Franco Spaticchia, Calogero Corraio, Felicia Lo Cicero, Masina Vernagalli, Nicola Chiaromonte, Giuseppe Greco, Salvatore Morello e Benedetto Ventura.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close