municipio-santagata_pp

Sant’Agata M.llo: interrogazione consiliare su fogne e l’illuminazione pubblica

E’ già  dal mese di settembre scorso che gli abitanti delle contrade Calarco e Sant’Antonio, costretti a “con-vivere” con l’assenza di fogne e della pubblica illuminazione, avevano cercato, presentando una petizione popolare all’Amministrazione Comunale, di far sentire la loro voce esponendo i loro gravi problemi.  Visto che ad oggi, nulla è stato fatto, i  consiglieri di minoranza, Calogero Maniaci, Giuseppe Puleo e Calogero Carrabotta hanno presentato al sindaco, dott. Bruno Mancuso ed al Presidente del Consiglio, dott. Andrea Barone, un’ Interrogazione Consiliare  riguardante proprio il mancato realizzo di fogne ed illuminazione pubblica nelle suddette contrade.

Questo il testo integrale dell’Interrogazione.

“Oggetto: Interrogazione Consiliare  sul mancato realizzo di fogne ed illuminazione pubblica in C.da Calarco e Sant’ Antonio.

Premesso che

–       in data 03/09/2012, è stata presentata dalle famiglie residenti nelle suddette contrade, una petizione popolare, per sensibilizzare l’attuale amministrazione a predisporre tutti gli atti per la realizzazione delle fogne ed dell’impianto di pubblica illuminazione.

–       ormai quest’amministrazione, si è distinta in negativo per non aver vigilato nel settore dell’edilizia privata, considerata l’assenza in diverse contrade delle necessarie opere di urbanizzazione primaria.

–       lo stesso Assessorato territorio ed Ambiente, con nota n° 23933 del 16/11/2012 ha dichiarato illegittimo il piano particolareggiato n°4 con le relative opere di urbanizzazione.

–       in un paese civile occorre che venga garantita la realizzazione delle  opere primarie  quali fogne e pubblica illuminazione, al fine di operare una corretta e ordinata pianificazione urbanistica del territorio;

Considerato che

–       codesta Amministrazione non ha posto in essere nessun atto per la risoluzione della problematica oggetto di iniziativa popolare, ne a tutt’oggi si conoscono gli intendimenti della Giunta in merito alla questione;

Tutto ciò premesso e considerato

Si interroga l’Amministrazione per sapere:

1)    Quali atti abbia posto in essere per ovviare ai disagi segnalati nella petizione popolare presentata dalle famiglie delle suddette Contrade

2)    Se non ritenga opportuno ed urgente intervenire tempestivamente con fondi Comunali, considerato che i residenti pagano regolarmente le tasse locali ed hanno già a suo tempo effettuato il pagamento degli oneri di urbanizzazione;

3)    Se gli importi versati a titolo di oneri di urbanizzazione dai proprietari degli immobili delle suddette contrade siano a tutt’oggi disponibili per l’esecuzione di siffatte opere o, in difetto, per quale destinazione ed in quale data siano stati impropriamente utilizzati, attesa la mancata realizzazione, da parte del Comune, delle necessarie opere di urbanizzazione primaria, per le quali siffatti oneri sono stati pure corrisposti;

4)    Se non ritenga opportuno ricondurre la sua azione amministrativa alla tutela dei cittadini che chiedono la realizzazione delle opere primarie segnalate quale atto di ordinaria amministrazione”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close