villa piccolo esterno_p

C. d’Orlando: scongiurare la chiusura di Villa Piccolo!


La Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella denuncia la situazione di grave crisi economica in cui da tempo versa questa storica istituzione, che pochi mesi fa ha celebrato i propri quarant’anni di vita.

Dal 1972, infatti, la Fondazione – oggi presieduta dal professore Carmelo Romeo – ha dato vita a tantissime iniziative culturali, molte delle quali di portata nazionale e internazionale, tese a valorizzare la cultura siciliana, la conservazione della memoria storica della Famiglia Piccolo di Calanovella, la gestione del museo e del parco, valorizzando l’Opera poetica di Lucio Piccolo, il genio artistico di Casimiro e le doti botaniche di Agata Giovanna Piccolo.
La Fondazione, che gestisce il parco e la casa-museo di Villa Piccolo, chiede oggi un impegno corale delle istituzioni, per scongiurare che questo prezioso punto di riferimento per la cultura italiana sia costretto a chiudere.
La Fondazione, pur rappresentando un’eccellenza, ha, infatti, nel corso degli ultimi anni, subito pesanti e ingiustificati tagli nell’erogazione dei contributi regionali e attende ancora certezze riguardo al rimborso delle spese affrontate nei mesi estivi per la realizzazione degli eventi del Circuito del Mito, a cui hanno preso parte migliaia di spettatori, molti dei quali turisti. Attività culturali di primo piano, che non sono passate sotto silenzio, ricevendo numerose e qualificate recensioni sui maggiori giornali siciliani e nazionali.
Villa Piccolo, grazie anche all’opera dell’indimenticabile Bent Parodi, rappresenta oggi un punto di riferimento di primo piano nel panorama culturale siciliano e un luogo di forte attrattiva turistica, frequentato oltre che da decine di studiosi e intellettuali, anche e soprattutto da tantissimi visitatori provenienti da tutta Europa, attratti da veri e propri gioielli storico-culturali, quali la celebre stanza in cui soggiornava Giuseppe Tomasi di Lampedusa, in quella che oggi è la casa-museo, o il “cimitero dei cani”, nel cuore del parco.
Sarebbe un delitto verso la cultura e la storia della Sicilia se questo gioiello fosse costretto a chiudere per sempre le proprie porte, a causa dell’indifferenza delle istituzioni. 
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close