sigma_upea_pp

L’Upea perde il primo derby a Barcellona


Si respira aria di derby in un gremitissimo PalaAlberti, con le tifoserie che si scambiano cori sin dalle prime battute. I paladini tentano di giocarsi il derby coi cugini barcellonesi fino a metà dell’ultimo parziale, chiudendo addirittura avanti il primo e vincendo il terzo (anche se solo di 3 lunghezze). Ma è il secondo quarto quello nel quale l’Upea soffre maggiormente, cadendo sotto gli attacchi giallo-rossi.

Ad aprire le danze è la tripla di Otis George, con Green che risponde dopo 2 minuti dall’angolo. Il nuovo innesto bianco-blu Anthony Mason si fa subito notare in difesa, ma è pronto anche sull’altro fronte, dove serve un ottimo assist a George, che inchioda la schiacciata. Va anche a segno Mason Jr, portando l’Upea in vantaggio di 5 lunghezze (7-12) a metà del primo parziale. Bell e Cittadini non ci stanno, e in un amen Barcellona è nuovamente sul -1. La gara è accesissima, Passera e George piazzano le triple per il +7, ma sul fronte opposto Bell e Mocavero rispondono immediatamente rimettendo tutto in parità. Il primo quarto si conclude con l’Upea avanti di una lunghezza (20-21).

Nel secondo parziale Barcellona mette in campo tutto il suo potenziale, dimostrando di meritare il secondo posto in classifica. Mocavero mette a segno il primo vantaggio Barcellona e Bucci e Sanders allungano fino al +10 (36-26). I paladini trovano difficoltà contro la zona giallo-rossa e, mentre i tiratori bianco-blu sparano a salve, quelli barcellonesi, guidati da un ispiratissimo Ryan Bucci, trovano facilmente la via del canestro e si portano avanti sul 46-31. L’Orlandina perde il secondo quarto per 27-12, le due squadre vanno negli spogliatoi sul 48-34.

Al rientro dall’intervallo lungo Barcellona continua a volare alto e allunga sul +20 (54-34). Ma a ridare speranza ai bianco-blu è Talor Battle, che piazza la tripla, Callahan replica immediatamente, ma Benevelli e Mason ci credono ancora, l’Upea riesce a portarsi sul -12 (58-46). Quando mancano 3 minuti e mezzo alla fine del terzo parziale ed il punteggio è sul 61-48 è black out al PalaAlberti e la partita è interrotta per circa 10 minuti. Alla ripresa George e Battle riportano l’Upea sul -8 (62-54), ma Sanders dai 6,75 manda le squadre all’ultimo mini-intervallo sul +11 Sigma.

Mathis in contropiede fa ancora sperare i paladini, ma le triple di Eliantonio e Green li rimandano nuovamente sotto sul -15. Il PalaAlberti è in festa quando ancora mancano 5 minuti alla fine, la tripla di Bell segna un nuovo +18 per Barcellona. Il nuovo arrivato Mason tenta di salvare il salvabile, e quando l’Upea è sul -15 a 2 minuti dalla fine arriva una delle poche note negative del match: coach Pozzecco ha da ridire con l’arbitro e non vuole consegnargli la palla, per tutta risposta gli viene fischiato il tecnico che segna la disfatta dell’Orlandina. Passera mette la tripla dell’89-77 e il primo derby siciliano va alla Sigma Barcellona.

Erano scontati i battibecchi verbali a suon di cori, goliardici o meno, tra la tifoseria locale e quella ospite (giunta in massa al PalaAlberti), meno prevedibili e da dimenticare, poiché simbolo di inciviltà da tenere lontani dai palazzetti dello sport, gli sputi giunti alla panchina orlandina da alcuni tifosi locali, che pare abbiano colpito l’assistent coach di Pozzecco, Furio Steffè.
L’appuntamento per il secondo derby è per il 25 aprile al PalaFantozzi.

Sigma Basket Barcellona – Upea Orlandina Basket 90-77 (21-22; 48-34; 65-54)
Orlandina: Passera 11, Mason 8, George 22, Poletti 5, Benevelli 8, Portannese, Palermo, Battle 19, Mathis 4, Pellegrino, Vignali e Bontempo ne. Coach: Gianmarco Pozzecco
Barcellona: Cittadini 6, Bell 11, Green 12, Bucci 11, Callahan 9, Mocavero 13, Eliantonio 9, Giuri, Sanders 19, Sofia e Coviello ne. Coach: Giovanni Perdichizzi
Arbitri: Masi Andrea, Di Toro Claudio, Cherbaucich Paolo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close