scuola natale

S. Stefano C.: le scuole unite per festeggiare il Natale


Giorno di festa per le scuole di Santo Stefano, che nella giornata di giovedì 20 dicembre, si sono ritrovate per condividere insieme la gioia del Natale. In occasione della ricorrenza del Santo Natale, al fine di favorire una felice socializzazione e una condivisione dei valori che questa ricorrenza vuole sottolineare, gli alunni e i docenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo, “Arcangelo Florena”, dell’Istituto Comprensivo e del Liceo Artistico della cittadina delle ceramiche, hanno partecipato congiuntamente alla celebrazione della Santa Messa, officiata da Padre Basilio.

Una chiesa gremita di giovani, che hanno attivamente partecipato a tutta la celebrazione. Ed è stato questo il vero miracolo del Natale, come ha gioiosamente affermato il parroco durante l’omelia. È una vera gioia vedere un’immagine simile, ma sarebbe bello che ciò non accadesse solo una volta l’anno, ma sempre, ha continuato Padre Basilio. I ragazzi hanno poi pregato per tutti, per i malati, per i giovani in difficoltà, per le famiglie particolarmente provate dalla crisi economica. Piccole ed umili preghiere che si sono elevate al cielo in occasione di una celebrazione che è la festa della speranza, dei buoni propositi, dell’amore fraterno.
Ed è stato un vero e proprio giorno di festa e di unione per le scuole di Santo Stefano, come ha evidenziato nel suo intervento l’assessore Antonina Mingari, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, che ha pienamente appoggiato e voluto questa iniziativa. Un modo questo, per creare un clima di unione, di solidità, nonché un’occasione per favorire un momento di dialogo e di confronto tra gli alunni di tutte le scuole di Santo Stefano, al fine di consentire loro di interfacciarsi e di generare positivi spunti di riflessione per le loro scelte future, come ha affermato il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo e dell’Istituto tecnico per il Turismo, Prof.ssa Sauastita Guta.
Un’esperienza che non si ripeteva da tantissimo tempo, tempo durante il quale si è forse lasciato troppo spazio a pregiudizi e incomprensioni. Il messaggio che i dirigenti scolastici , congiuntamente all’amministrazione comunale, hanno voluto mandare, è quello di una eguale importanza ed eccellenza nell’offerta formativa presente nel territorio, dove non esistono scuole di primo e secondo ordine. Ecco perché questa iniziativa, dichiara ancora Prof.ssa Sauastita Guta ,nasce proprio dalla volontà di superare alcuni ostacoli, perché l’unità, al di là dell’indirizzo di ogni singolo istituto è la chiave di volta che può di sicuro garantire un domani migliore. La strada giusta , dice ancora la Prof.ssa Sauastita Guta, è quella di dare un’immagine di unitarietà nell’offerta formativa e togliere le barriere che fanno una divisione mal percepita dalla popolazione. I ragazzi devono scegliere secondo le loro possibilità, continua la preside, secondo le loro aspirazioni e secondo le loro forze. E per far ciò le scuole devono anche fare la loro parte.
Sono state quindi queste le motivazioni che hanno portato la Prof.ssa Sauastita Guta e il Prof. Antonio Cesareo, preside del Liceo Artistico, ad incontrarsi , per porre le basi di una collaborazione finalizzata alla serena scelta e crescita dei ragazzi. E l’augurio del Preside Cesareo è proprio quello che questa non sia una esperienza datata, ma che al di là del Santo Natale possa continuare questo clima di unione e di solidarietà che si è voluto esprimere in questa giornata.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close