alfano

Barcellona: Workshop per non dimenticare Beppe Alfano


Sono quasi passati vent’anni dall’omicidio del giornalista di Barcellona Beppe Alfano. La notte dell’8 gennaio 1993 fu colpito da tre proiettili mentre era alla guida della sua auto in via Marconi a Barcellona. La figlia Sonia, attuale presidente della Commissione speciale antimafia del Parlamento Europeo, per il prossimo 7 gennaio, ha organizzato un Workshop dal tema “Il contrasto alle mafie in Europa: esperienze a confronto” che si svolgerà dalle ore 10.00 presso il Pala Cultura Cattafi di Barcellona.

Alfano, corrispondente de La Sicilia, pagò con la vita il lavoro di giornalista fatto con puntiglio e spirito di denuncia, che sfociò in alcune grandi inchieste. Quando fu ucciso Beppe Alfano non era neanche iscritto all’Ordine dei giornalisti: il tesserino gli fu riconosciuto solo dopo la morte. Nella vita era professore di educazione tecnica in una scuola media di un paese vicino a Barcellona. Aveva cominciato con le radio private alla fine degli anni ’70, a Messina, poi, negli anni ’80, le televisioni locali. Da alcuni anni era il corrispondente da Barcellona per il quotidiano ‘La Sicilia’.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close