SONDAGGIO: PAROLA AI COMMERCIANTI


Dopo aver dato voce ai turisti, adesso tocca ai commercianti! Andando in giro per il centro abbiamo raccolto le opinioni di coloro che fanno girare l’economia orlandina, chiedendo loro un parere sull’andamento delle attività commerciali in questo periodo estivo in cui i turisti dovrebbero rappresentare la maggior fonte di sostentamento del paese. Il nostro sondaggio si è basato su delle semplici domande, quali l’affluenza dei turisti e l’andamento degli affari rispetto agli anni passati. Le risposte hanno un filo conduttore comune, ovvero, la mancanza di turisti ed il calo delle vendite, dovuti, probabilmente, alla crisi nazionale. Molti commercianti hanno appunto lamentato la scarsa affluenza turistica che ha di conseguenza generato un netto calo delle vendite, nonostante il periodo estivo sia il più “propizio” agli spostamenti.

 

Tutto ciò è dovuto, oltre che alla crisi che imperversa nel Paese, anche alle mancate agevolazioni nei confronti dei turisti da parte del comune e dei residenti. Le lamentele maggiormente riscontrate riguardano le strisce blu con annesse multe, spesso ingiustificate, e gli affitti troppo cari, che, insieme all’elevato costo dei ristoranti e dei bar comportano un eccessivo dispendio di denaro. Una commerciante giustifica la poca affluenza di turisti dicendo: “E’ normale che non ci sia nessuno. Gli affitti sono troppo alti ed io, turista, non vengo a Capo d’Orlando in vacanza se so che a Rocca di Caprileone o a  Sant’Agata di Militello gli affitti costano la metà!”. Un altro dice: “Mancano i parcheggi, e quelli che ci sono o sono a pagamento o sono occupati e se per miracolo ne trovi uno, non puoi neanche girare lo sguardo per pochi secondi che già ti hanno fatto la multa.. Capisco bene che nessuno si fermi a comprare!”

Via Del Piave Capo d'Orlando

Persino chi proviene dal profondo Nord, dove è risaputo che i costi della vita siano indubbiamente più elevati, lamenta l’eccessivo prezzo del parchimetro. Ci piace chiudere questo sondaggio con la risposta di un commerciante che con schiettezza e razionalità ci ha riferito: “Se vogliamo che il turismo a Capo d’Orlando torni ad essere quello di un tempo, dobbiamo creare un giusto rapporto tra qualità della vita ed il suo prezzo. Per far ciò bisogna che commercianti e privati si accordino in modo da trovare un equilibrio stabile!”. Ma si sa, tra il dire e il fare…

Chiara Lazzaro & Silvia Librizzi

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close