poz_forlì_pp

C. d’Orlando: l’Upea espugna il PalaCredito di Forlì


L’Orlandina Basket vince la sua terza partita su quattro gare giocate da quando Gianmarco Pozzecco è coach espugnando il PalaCredito di Forlì con il punteggio di 71-76.

I primi due punti arrivano dall’ex Mitch Poletti che, schierato in quintetto a causa dell’assenza della guardia Alex Young (sospeso poiché risultato positivo all’antidoping per assunzione di sostanze cannabinoidi), non tradisce la fiducia del Poz. George e Mathis guidano la difesa dei paladini, che con Portannese in contropiede e Battle dai liberi allungano subito sul +8 (11-19). Todic è l’unico terminale offensivo degno di nota per Forlì (realizza 9 dei 13 punti dei romagnoli), e ad un minuto dalla fine del primo parziale fa il suo primo ingresso in campo il play Marco Passera dopo l’infortunio allo scafoide della mano destra. L’1/2 dalla lunetta di Palermo chiude il quarto sul +9 Upea (13-22)

Per Passera arrivano anche i primi 2 punti del campionato in avvio di secondo parziale, Forlì prova ad accorciare le distanze con Todic, ma i paladini danno il meglio di sé difendendo e correndo in contropiede, e con Battle vanno sul massimo vantaggio, +11 (20-31). A metà secondo parziale arriva anche il primo fallo tecnico della carriera per coach Gianmarco Pozzecco, che probabilmente costa psicologicamente parecchio ai paladini. L’Upea perde quota e Forlì riapre la partita, si rifà sotto sul -1 con il festival delle bombe: vanno a segno Spencer, Borsato e Musso per il 37-38. Portannese mette a segno solo uno dei suoi liberi a disposizione, si va all’intervallo lungo sul +2 Upea (37-39).

Al rientro dagli spogliatoi Benevelli e Portannese dai liberi allungano sul +6, Roderick due volte in contropiede riaccorcia le distanze e Musso da 3 riporta Forlì sul -1 (44-45). Ci pensa Otis Goerge a tenere i paladini a galla, si procura due falli di sfondamento ed è fondamentale negli attacchi paladini. Pozzecco chiama time out e incitando i suoi rompe addirittura la lavagnetta, negli ultimi 4 minuti del terzo parziale si segna solo dalla lunetta da entrambi i lati: George, Passera e Mathis riportano l’Upea a distanza di sicurezza (50-60), il parziale si chiude sul 54-60.

L’ultimo periodo si apre col tiro di Borsato che vale il -4 Forlì, l’assenza dal parquet di George per il suo quarto fallo pesa sul bilancio dei paladini, Todic mette centralmente la bomba dai 6.75 che vale il 61-62 a 5 minuti dalla fine del match. Ma l’Upea ci crede, Battle da 3 e Benevelli da sotto rimettono le cose in chiaro: 63-67. La palla è pesante nel finale al PalaCredito, Borsato e Tessitori non si lasciano intimorire e per la prima volta il punteggio è in parità (a quota 67). Battle da 3 riporta avanti i paladini, ad un minuto dalla fine George commette il suo quinto fallo, Todic realizza entrambi i liberi, Battle va da solo in incursione, e caricandosi la squadra sulle spalle va a realizzare il +3 Upea a 25 secondi dalla fine. Todic schiaccia indisturbato per il 71-72, Musso commette fallo sistematico su Battle, che li mette entrambi dalla lunetta: 71-74 a 14 secondi dalla fine. Il fallo antisportivo su Battle quando mancano 4 secondi dalla fine segna la disfatta di Forlì, l’Upea espugna il PalaCredito con il punteggio di 71-76 e tutta la squadra va ad abbracciare Alex Young, in tribuna per assistere alla partita.

A fine gara uno scoppiettante Gianmarco Pozzecco ai microfoni di Rai Sport 2 commenta la sua terza vittoria nella nuova veste di coach: “Alex Young non è un mio giocatore, è mio figlio, io di cavolate nella mia carriera ne ho fatte 10mila, lui ha sbagliato, deve pagare, ma è una ragazzata. Io amo Capo d’Orlando, devo ringraziare la famiglia Sindoni e questi ragazzi, soprattutto George, Battle, Mathis, Portannese, sono fantastici, la pallacanestro è divertimento, e noi ci divertiamo!”
Fulgor Libertas Forlì – Orlandina Basket 71-76 (13-22; 37-39; 53-60)
Orlandina: Passera 5, George 13, Poletti 2, Benevelli 6, Portannese 10, Palermo 4, Battle 18, Mathis 18, Pellegrino e Vignali n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco
Forlì: Musso 12, Borsato 9, Natali, Simeoli, Todic 25, Roderick 6, Tessitori 12, Spencer 3, Soloperto 4, Basile n.e. Coach: Sandro Dell’Agnello.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close