simone luca reale

Rifiuti, la proposta dei “grillini”


Gli attivisti del M5S hanno presentato un appello e un piano per l’avvio della raccolta differenziata a varie amministrazioni dei Nebrodi.

“Come già avevamo annunciato a mezzo stampa qualche settimana fa, si legge in un comunicato stampa, oggi alcuni attivisti del MoVimento 5 Stelle hanno presentato un appello ai consigli comunali di Brolo, Piraino, Gioiosa Marea e Sant’Angelo di Brolo, con in allegato un piano per l’avvio progressivo della raccolta differenziata.

Il progetto ha l’Obiettivo di raggiungere i livelli minimi previsti dalla normativa vigente in materia, oltre che ovviamente la salvaguardia dell’ambiente; la contrazione dei costi di conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati; il miglioramento del servizio in termini qualitativi; la maggiore pulizia del centro abitato e la riduzione delle tariffe.

Al fine del raggiungimento di tali obiettivi si è ritenuto necessario combinare alcuni elementi che qui di seguito vengono esposti:

– piano di raccolta differenziata porta a porta;

– l’apprestamento di alcuni mezzi strumentali da destinare alla raccolta differenziata;

– l’attivazione di Centro Comunale di Raccolta;

– l’avvio di una campagna premiale per la raccolta differenziata;

– l’avvio di una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata;

– l’attivazione di una campagna di controllo contro i trasgressori.

Il piano di raccolta differenziata si basa, continuano i “grillini” sui seguenti tre sistemi di raccolta:

1) raccolta differenziata porta a porta;

2) sistema di raccolta con contenitori differenziati;

3) sistema di raccolta presso i punti ecologici

Si è inoltre ritenuto necessario supportare l’avvio della raccolta differenziata con un sistema premiale attraverso la distribuzione di una tessera magnetica sulla quale verranno caricati degli EcoPunti, in base alla quantità e al tipo di rifiuti conferiti nel Centro Comunale di Raccolta. Ciò al fine di far sì che i cittadini/utenti si “abituino” a differenziare ottenendo anche un “premio”.

Gli EcoPunti saranno apposti in una tessera magnetica o cartacea denominata EcoCard.

Il comune dovrà stabilire il valore in centesimi di euro da attribuire a ogni EcoPunto e omogeneizzare il sistema di misurazione dei rifiuti conferiti.

Gli EcoPunti non avranno scadenza.

Al tempo della valorizzazione i cittadini/utenti potranno scegliere se monetizzare i punti in denaro o in prodotti tipici locali.

Ovviamente di primaria importanza è il capitolo dedicato alla sostenibilità economica.

A questo proposito va sottolineato che ogni discorso sulla sostenibilità economica, proseguono i componenti del Movimento 5 stelle, non può prescindere dal considerare che la normativa vigente impone ad ogni comune il raggiungimento di soglie minime di raccolta differenziata. Soglie dalle quali diversi comuni dei Nebrodi sono lontani. Ciò vuol dire che indipendentemente dai costi la raccolta differenziata DEVE essere fatta.

In ogni caso tutti i dati mostrano che la raccolta differenziata, non solo conviene per quanto concerne la tutela della salute pubblica, ma conviene anche dal punto di vista economico.

Quanto detto è confermato dai dati del Rapporto Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale del Ministero per l’Ambiente) che «mostra inequivocabilmente come all’aumentare della percentuale di raccolta differenziata decresce il costo annuo complessivo della gestione dei rifiuti».

Anche la nostra stima, per quanto, come abbiamo sottolineato nello stesso piano presentato, sia una stima approssimativa e ipotetica, evidenzia un risparmio economico molto sostanzioso.

Risparmi che permetteranno di investire per migliorare il servizio di raccolta differenziata e di assumere anche nuovo personale addetto, in modo da produrre nuovi posti di lavoro e una crescita socio-economica dei comuni interessati.

Riponiamo molta fiducia nel fatto che le amministrazioni interessate valutino il nostro piano, che può, e anzi, deve essere migliorato, e che sulla base dei principi di:

– efficienza;

– efficacia;

– trasparenza;

– economicità;

agiscano in modo da stabilire le opzioni più efficaci in relazione alla peculiarità del suolo comunale, al fine di salvaguardare la sostenibilità ambientale del nostro territorio e quella economica del servizio di raccolta dei rifiuti.

Oggi, concludono i grillini, ogni amministrazione responsabile, che abbia a cuore gli interessi economici e sanitari della propria cittadinanza, non può esimersi dal confrontarsi con una realtà, quella dei rifiuti, che può essere affrontata in maniera efficiente ed efficace solo ed esclusivamente attraverso l’avvio di una seria raccolta differenziata che permetta di trasformare il rifiuto in materiale.

Perché il rifiuto è una risorsa che non deve essere sprecata”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close