I Lions e il convegno contro le “devianze giovanili”

Tantissimi i giovani studenti delle ultime classi degli Istituti di scuola secondaria di 2° grado di Capo d’Orlando presenti al cineteatro “ Rosso di San Secondo” dove a cura del Lions Club di Capo d’Orlando ha avuto luogo sabato, 24 novembre alle ore 10.00, la terza edizione del Convegno sulla “ Devianza Giovanile”.

“Guida in stato di ebbrezza (art.186  c.s.) e ubriachezza molesta (art.688 c.p.). Differenze, rilevanze etico – professionali nel rapporto con l’imputato minorenne o giovane maggiorenne” è stato questo il tema con il quale i relatori hanno portato il loro contributo di conoscenze e di esperienze diverse, ma tutte confluenti sul tema in discussione voluto anche dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Patti.

Dopo gli indirizzi di saluto del Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni, dell’avvocato Alvaro Riolo, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Patti che hanno sottolineato l’importanza formativa di tale incontro, il presidente del Lions Club di Capo d’Orlando, Alessandro Iannazzo, ha dichiarato che questa iniziativa vuole essere uno stimolo per conoscere ed approfondire alcune problematiche dei giovani  in un’ottica di recupero di valori fortemente raccomandato dal programma del Lions Nazionale e distrettuale. Alla presenza di un qualificato pubblico tra cui il Capitano David Pirrera, Comandante della C.C. di S.Agata di Militello,la Dott.ssaMariaTeresa Castano, Comandante V..U.. di Capo d’Orlando, il presidente della Camera di Commercio di Messina, Nino Messina ed i dirigenti scolastici Prof.ssa Rita Pintabona e prof. Antonino Musca,  l’avv. Carmelo Occhiuto ha ricordato che questo convegno viene organizzato dal Lions Club nell’ambito della sezione di studio in memoria del socio Avv. Francesco Portale,  presenti la vedova sig.ra Maria e la figlia Angela .

Da esperto relatore e moderatore, l’avv. Occhiuto ha richiamato l’attenzione dei colleghi e dei ragazzi sugli artt. 186 e 186 bis del Codice della Strada che vengono riformulati e modificati ripetutamente dal legislatore e dalla giurisprudenza con interventi annuali, sulle gravi  conseguenze per i giovani condannati  descritte in modo abbastanza realistico  e le difficoltà per il loro futuro inserimento nel mondo del lavoro.

Il dott. Giuseppe Giunta, medico e consulente tecnico del Tribunale di Patti, ha aperto il suo intervento con dei dati del 2010 sulle stragi del venerdi e del sabato in Italia: i conducenti deceduti, con età tra 20 e 24 anni sono stati 1003 e purtroppo per abuso di alcool del quale poi ha presentato  in modo scientifico i sintomi e le conseguenze.

Per discutere di un tema così importante il dott. Sergio Chimenz, neuropsichiatra e giudice onorario della Corte d’Appello dei Minori di Messina, è partito dalle sue esperienze personali per portare i giovani a comprendere del perché ci si ubriaca e  delle gravi ripercussioni sulla sfera emotiva, sociale e relazionale di ognuno.

Un confronto appassionato e coinvolgente lo ha dato il dott. Ugo Molina, giudice del Tribunale di Patti che ha messo a disposizione “ l’esperienza di un giovane magistrato che affonda le mani in una patologia che caratterizza una altissima percentuale di reati di tutte le specie!”. Egli ha spiegato che il giudice interviene quando il danno è stato prodotto, emette sentenza di condanna e, ripercorrendo alcune esperienze di casi  che ha dovuto giudicare, ha polarizzato l’attenzione di tutti sul concetto dell’amore, sul fatto: “ che si fa del male, non al nemico, ma a chi si ama”, raccomandando ai ragazzi di chiedere aiuto alle persone vicine, rendendosi disponibile anch’egli all’ascolto. Dall’avvocato al neuropsichiatra, dal consulente tecnico al magistrato per una accurata analisi della problematica minorile nell’intento di individuare e contribuire ad attuare, ciascuno nel proprio ruolo e nella propria funzione, le strategie di intervento più idonee ad arginare il fenomeno dell’abuso di alcol tra i giovani .Un aiuto dai Lions di Capo d’Orlando che cercano  di esprimere e rappresentare le esigenze del territorio!

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close