TEATRO-CABARET_pp

Teatro e Cabaret: più qualità, meno spesa


Presentati questa mattina in conferenza stampa i cartelloni della rassegna teatrale Capo d’Orlando Teather 2012/2013 e di “Cabarettando”. Presenti il Sindaco Enzo Sindoni, l’Assessore Rosario Milone, che ha curato la realizzazione della rassegna Cabarettistica, ed il riconfermato direttore artistico della rassegna teatrale, Salvatore Monastra. Anche quest’anno il Cineteatro “Rosso di San Secondo” di Capo d’Orlando si animerà con ben 7 rappresentazioni teatrali, accompagnate dalle 4 date di “Cabarettando”, che torna, visti i consensi, per il secondo anno consecutivo.

Ma questo sarà anche l’anno delle “riduzioni”. Infatti, sia per evitare elevati costi sia per garantire la qualità e la professionalità delle compagnie che calcheranno le scene del San Secondo, sono state ridotte le date – che son 7, invece che 13 come l’anno scorso- e soprattutto i prezzi dell’abbonamento e dei singoli biglietti.

Il Sindaco Sindoni complimentandosi ancora una volta con Salvatore Monastra per la realizzazione di questo cartellone teatrale, ha voluto evidenziare anche il connubio con il cabaret che l’anno scorso ha riscosso grande successo.

L’Assessore Milone, reduce dal successo della prima edizione del “Cabarettando”, quest’anno ci riprova con 4 serate che vedranno protagonisti i comici della seguitissima trasmissione “Colorado”.

“Continuiamo anche quest’anno a mettere sempre più in mostra il nostro paese, facendolo vivere anche d’inverno alla grande. Abbiamo alzato il livello di qualità della rassegna teatrale, nonostante siano diminuite le date. Questa per noi è una grande soddisfazione. Stessa situazione per il cabaret; abbiamo rispettato le quattro date, stabilite anche l’anno scorso, portando a Capo d’Orlando quattro grossi nomi del cabaret televisivo, ma abbassando ulteriormente i costi, rispetto all’anno passato.  Con grande soddisfazione presentiamo ancora una volta un ricco cartellone che riconfermerà a Capo d’Orlando quella leadership dei Nebrodi che già negli anni si era conquistato con le sue rassegne teatrali. Sono in tutto 11 belle serate, ma ci potrebbe essere anche qualche altra cosa.. intanto 11 appuntamenti in cinque mesi a partire da dicembre per finire ad aprile.  Come l’anno scorso, anche quest’anno, l’associazione ristoratori sarà convenzionata con il nostro teatro. Si effettueranno delle promozioni a favore degli abbonati, che potranno usufruire sia prima che dopo lo spettacolo del 20% di sconto sulla loro cena. Come vedete, l’Amministrazione si muove in sinergia col paese, affinchè, a maggior ragione in questi momenti si possa far muovere l’economia”.

Ma è il direttore artistico Monastra a scendere nel dettaglio della rassegna, dopo aver, ovviamente, ringraziato il Sindaco e l’Assessore Milone.

“Non si può privare una cittadina ed i suoi abitanti delle emozioni che si provano a teatro, neanche i tempi di crisi come quelli che stiamo affrontando. Noi, appunto nel rispetto delle esigenze di ognuno, crediamo di aver fatto un buon lavoro nella scelta delle opere teatrali che compongono il cartellone di quest’anno.

Cartellone teatrale che vedrà incastonarsi al suo interno le date della rassegna cabarettistica. Il costo dell’abbonamento, vogliamo evidenziarlo, è di 100 €, rispetto all’anno passato sono 30 € in meno, ma per un cartellone come quello di quest’anno sono un ottimo prezzo. Non siamo trionfalistici, come forse potremmo anche essere, ma diciamo che ci abbiamo messo molto impegno e siamo riusciti a realizzare un buon cartellone. Abbiamo già un certo riscontro di pubblico, ma speriamo di avere sempre la sala piena.”

Si comincerà il 6 dicembre con Manlio Dovì ed Eduardo Guarnera con “Da Berlusque a Burlesque”, si continua poi il 15 gennaio con “Grisù, Giuseppe e Maria”, con Paolo Triestino e Nicola Pistoia, che già l’anno scorso con il loro Ben Hur avevano avuto grande successo. A seguire il 30 gennaio, ci saranno Tosca D’aquino e Ugo Dighero con “Maldamore”, mentre il 13 febbraio, per festeggiare i 30 anni di attività della compagnia teatrale orlandina “Il Laboratorio”, andrà in scena “L’uomo, la bestia e la virtù”, lavoro di Pirandello, portato in scena dal “Laboratorio”, con la regia di Gianfranco Perriera.

Si passa poi al 27 febbraio, con Giancarlo Marinelli, Ivana Monti, Daniele Liotti e Debora Caprioglio in “The Elephant Man”, per giungere a quello che potrebbe esser già definito il “fiore all’occhiello” della rassegna, ovvero il “My Fair Lady”, interpretato da Luca Ward e Vittoria Belvedere, per la regia di Massimo Romeo Piparo.

La rassegna si chiuderà, infine, il 22 marzo con “Gli Innamorati” che vedrà in scena Isa Barzizza, Selvaggia Quattrini e Stefano Artissunch.

Per quanto riguarda “Cabarettando”, invece, si partirà giorno 1 febbraio con “Bianchi e Pulci”, per continuare il 22 febbraio con Stefano Chiodaroli, il 23 marzo con i Turbolenti e finire il 12 aprile con  Baz in “Revolution”.

I costi preventivati per le rassegne saranno di 54.000 € per quella teatrale e di 20.000 € per il cabaret, il tutto più IVA.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close