bici_pp

“CI SONO GIRATE LE RUOTE”


Si è svolta domenica mattina una manifestazione di protesta pacifica organizzata dal gruppo facebook di “Sosteniamo Librizzi Sindaco”. Secondo Carlos Vinci, promotore dell’iniziativa, la contestazione non era rivolta all’ordinanza in se stessa, in parte condivisibile, ma sull’operato dell’Amministrazione Comunale, sul metodo adottato per le decisioni che riguardano i cittadini di Capo d’Orlando. Il Sindaco Enzo Sindoni ribadisce la decisione presa e conferma che soltanto le biciclette ormai distrutte e abbandonate o quelle che creano un reale intralcio verranno ritirate.

Di seguito il comunicato stampa integrale dei promotori l’iniziativa di protesta che con ironia e buon gusto hanno portato all’attenzione di molti alcune delle problematiche che in questi giorni interessano il territorio comunale.

Ci sono girate le ruote” Passeggiata in bicicletta per le bellezze del paese.
Domenica 11 novembre 2012, ore 10,30, partendo da Piazza Matteotti.
Ore 10,00, Piazza Matteotti si riempie di gente e di biciclette; alla partenza, ne hanno contate 101, ruota più, ruota meno. Cittadini, donne, uomini, bambini, giovani e anziani, distribuite le magliette “personalizzate” e il decalogo delle proposte, alle 10,30 in punto, si parte.

A piedi, nel tratto dell’isola pedonale dalla Piazza centrale a Piazza Garibaldi, poi, in sella, per il parcheggio di Piazza Stazione fino a Piazza Lo Sardo e l’imbocco del cavalcavia, una breve sosta sotto le “torri(ne) gemelle”, simbolo di una edilizia non molto “delizia” e giù per la nuova “arteria” di Muscale, una simpatica sosta “faccia a muro”, e di nuovo in bici per un breve tratto della Consolare Antica, della Via Nino Bixio fino al Lungomare vecchio e nuovo a godersi il caldo, il mare e lo spettacolo delle isole Eolie, splendide, nitide e vicine come non mai.

Arrivati alla fine, dietrofront e percorso inverso, con le ruote che pestano la sabbia della “pista ciclabile”, a tratti pericolosa, ormai inadeguata e insufficiente. Altro bike-stop sotto il Faro, qualcuno propone di prolungare la corsa verso San Gregorio, ma manca la pista ciclabile e c’è già un poco di stanchezza dei meno allenati. Ingresso allegro e “trionfale” in Piazza Matteotti e con il simpatico motto “ci sono girate le ruote, applauso finale. La raccolta delle firme per condividere la richiesta di una “robusta” rivisitazione dell’ordinanza sindacale e per “sostenere” il decalogo e poi tutti a casa o a fare il bagno a mare, accattivante come in agosto. Il decalogo riscuote consensi:

  •           più metodo e meno improvvisazione
  •            più rastrelliere e meno ordinanze
  •            più cestini per i rifiuti e meno rifiuti fuori dai cestini
  •            più fiori e meno esperti
  •            più parcheggi e meno strisce (blu)
  •            più bici e meno macchine
  •            più verde pubblico e meno suolo pubblico
  •            più fantasia, meno ipocrisia
  •            più largo agli “altri”, meno spazio per se stessi
  •            più risorse alla meritocrazia, meno sprechi in allegria

Una manifestazione riuscita, un modo simpatico e ironico di focalizzare l’attenzione su alcuni dei punti “nevralgici” del paese che non brillano certo per decoro urbano e riqualificazione.

Alla prossima, certamente sempre in bicicletta. Pedalare, pedalare, pedalare

L’ufficio stampa del gruppo fb

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close