Scodoni

IL TAR DI CATANIA RESPINGE IL RICORSO PRESENTATO DALLA “METALSIDER” PER L’AREA DI SCODINI’

Rigettata, ancora una volta, dal Tar di Catania, la domanda cautelare avanzata dall’impresa “Metalsider” che, dopo aver impugnato il provvedimento di revoca dell’autorizzazione alla redazione di un progetto esecutivo per il lavori di “recupero ambientale” del sito, era insorta avverso la delibera di consiglio comunale del 14 Giugno 2012 con la quale il civico consesso aveva dato mandato al sindaco di procedere con una variazione al Prg e prevedere la riqualificazione dell’area da destinare a verde pubblico.

Pienamente legittimo, dunque, l’operato dell’amministrazione Castrovinci che ha ritenuto opportuno, così come, peraltro, prescritto dal “Piano Regionale dei Materiali da Cava e dei Materiali Lapidei e di Pregio”, approvato con Decreto Presidenziale 5 novembre 2010, nell’ottica del miglior perseguimento dell’interesse pubblico ad un corretto uso del territorio, gestire direttamente il delicato processo di riqualificazione dell’Area di Scodonì.

Il Vice Sindaco, Ennio Esposito, che ha sempre seguito con particolare attenzione la vicenda, fa sapere che, “anche in forza della doppia bocciatura del Tar subita dall’impresa proprietaria dell’ex sito estrattivo, l’iter amministrativo avviato dall’amministrazione Castrovinci al fine di procedere alla variazione del Prg e destinare l’Area Scodonì a Parco pubblico proseguirà speditamente, con buona pace della Metalsider s.r.l. che intendeva destinare il sito a deposito di rifiuti”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close