le ruote PP

“PASSEGGIATA IN BICI A CAPO D’ORLANDO”, DOMENICA 11 NOVEMBRE

Per le strade orlandine, da giorni, non si fa che parlare dell’ultima ordinanza comunale contro la “sosta selvaggia” delle biciclette, che se ritrovate fissate ad un qualsivoglia punto di arredo urbano sono soggette a sequestro e multa.

L’ordinanza – seppur condivisibile quando si parla di rottamazione di velocipedi abbandonati – divide il paese e diventa pretesto per un’iniziativa sulla qualità della vita paesana, organizzata da chi in questo paese ci vive, ed è abituato a muoversi usando la bicicletta, ma aperta anche a tutti i cittadini che hanno voglia di partecipare.

Di seguito riportiamo il testo del comunicato divulgato questa mattina:

L’ultima ordinanza sindacale “contro” le biciclette è il sereno pretesto per una iniziativa sulla qualità della nostra vita di paese. Una bicicletta “legata” al palo significa che non ci sono (abbastanza) rastrelliere per “parcheggiarla”.

Se, da un lato, c’è il bike sharing, dall’altro, molte, molte cose non sono al posto giusto, sono “rotte”, non sono “vere” o mancano del tutto nelle periferie e nel centro del paese.

Cittadini, tutti i cittadini, con la bicicletta, il tandem, il triciclo, si danno appuntamento domenica 11 novembre, alle 9,30, partendo da Piazza Matteotti, per una passeggiata in bicicletta tra gli angoli e le cose (più belle e meno belle) del paese.

Un gesto semplice di sensibilizzazione che si conclude con dieci proposte:

più metodo e meno improvvisazione,

più rastrelliere e meno ordinanze

più cestini per i rifiuti e meno rifiuti fuori dai cestini

più fiori e meno esperti

più parcheggi e meno strisce (blu)

più bici e meno macchine

più verde pubblico e meno suolo pubblico

più fantasia, meno ipocrisia

più largo agli “altri”, meno spazio per se stessi

più risorse alla meritocrazia, meno sprechi in allegria.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close