Bernardi_pp

5 SCONFITTE DI FILA, UPEA ANCORA A ZERO PUNTI – 79 A 69 PER VERONA


Fa due su due Verona contro le siciliane. Dopo aver battuto Barcellona una settimana fa vince anche contro Capo d’Orlando sempre al Pala Olimpia. L’Upea Orlandina basket non riesce a regalare la prima vittoria ai propri tifosi dimostrando come tira tanto e male da tre punti e troppi individualismi che poco giovano al raggiungimento del risultato finale.

A Verona la formazione allenata da Massimo Bernardi ha avuto da subito difficoltà riuscendo comunque a tenere “botta” sino all’intervallo lungo. Terza frazione fatale per i paladini che perdono il quarto di 6 e non riescono praticamente più a rimontare lo svantaggio. In casa scaligera strepitoso Mario Ghersetti. L’ala di origine Argentina ha chiuso con 28 di valutazione finale figlia di 21 punti realizzati, 8 rimbalzi e 3 assist ed il tutto in soli 25 minuti giocati.

Tra i paladini prova opaca di Battle, Young e Mathis. Il primo gioca e tira poco oltre che male, il secondo tira ancora peggio (3 su 8 da due e 1 su 6 da tre) mentre il terzo perde 5 palloni. Si salva Otis George che comincia ad essere costante nelle sue prestazioni ma, se non aiutato dai compagni, non basta per la prima vittoria da conquistare.

Unica nota lieta il rientro, peraltro anche incoraggiante, di Marco Portannese.

Come detto, ridetto e ripetuto l’Upea tira male dai 6.25 ed anche troppo. Se tre indizi fanno una prova qui siamo arrivati almeno a 4. 8 su 34, dicasi 34 tentativi da tre a Bologna, 4 su 15 a Casale (si è tirato meno ma sempre male), 2 su 22 in casa contro Veroli (il 9%!) e 5 su 24 a Verona. Coach Bernardi avrà da lavorare duro in questi giorni anche in considerazione del fatto che la prossima domenica, 11 novembre, l’Upea ospiterà al Pala Fantozzi Trieste composta da giocatori come Brandon Brown, Jobey Thomas, Stefano Tonut, Daniele Mastrangelo, Marco Carra, Ariel Filloy e il “vecchietto” Davide Cantarello che a 44 anni suonati vuole ancora dire la sua in Legadue.

Ma si sa, quando il gioco si fa duro… auguriamoci che i nostri “duri” scendano in campo perché dalle tribune l’apporto richiesto la scorsa settimana non è decisamente mancato.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close