mattia-m_pp

MATTIA MIRAGLIA RIENTRA IN ITALIA COME CAMPIONE DEL MONDO


È tornato a casa il giovane stefanese Mattia Miraglia, partito alla volta di Boston la scorsa settimana per gareggiare ai mondiali di PowerLifting.

E  torna a casa non con una medaglia  ma,  come lui stesso ha detto, con la medaglia, quella d’oro. Nella gara svoltasi il 27 ottobre, Mattia ha stabilito, nella categoria under 18,  tre record mondiali su 4 ovvero panca, squat e totale. L’atleta stefanese ha  sollevando ben 350 kg, ovvero 7 volte il suo peso corporeo e così facendo va a superare il suo record precedente, ovvero quello realizzato agli europei che era di 320 Kg.

Un’impresa che potrebbe sembrare quasi impossibile se si osserva il giovane Mattia: un ragazzo, appena 18enne, di 57 Kg ma con una potenza, una grinta e una determinazione che prevalgono su tutto. Come ha dichiarato il padre, Santo Miraglia, quello che conta in questo sport non sono i muscoli, ma l’allenamento, la voglia e il desiderio di farcela, e questo di sicuro non è mancato al nostro campione. Come lui stesso dichiara, le motivazioni che aveva e la voglia di fare sono serviti realmente a qualcosa. Nonostante sia ancora incredulo per tutto quello che è riuscito ad ottenere, il giovane campione non manca di sottolineare come sia felice di aver potuto regalare questa immensa soddisfazione, oltre a se stesso e alla sua famiglia, anche all’intera comunità.

Ad accoglierlo nel suo paese, oltre alla famiglia anche il primo cittadino Francesco Re, che con sincera commozione, quasi con orgoglio di padre, ha dato il bentornato al suo concittadino che, come del resto tutti pensavano, ha portato alto l’onore di questo piccolo centro. 
“Siamo felici- dichiara il primo cittadino – perché Mattia rappresenta tutta la comunità, rappresenta un campione di umiltà, di tenacia, di costanza, ma rappresenta più di ogni altra cosa- continua il sindaco- la voglia di riscatto di questa comunità. Mattia ha vinto per lui, ha vinto per la sua famiglia, ha vinto per tutto Santo Stefano”.

Tanta la commozione, l’orgoglio e la felicità per questo piccolo ma grande campione, non solo da parte della famiglia che lo sostiene e crede in lui da sempre, ma anche da parte della cittadinanza tutta che in questi giorni ha sperato con lui. Questi giorni di attesa, ci racconta la madre Daniela Giuffrè, sono sembrati lunghissimi, il tutto aggravato ovviamente dalla distanza. Alla domanda se questa vittoria possa cambiare l’immagine che fino ad ora abbiamo avuto del giovane Mattia, un ragazzo semplice ma pieno di speranze e aspettative, la madre non esita a rispondere che di sicuro il nuovo campione resterà il ragazzo riservato e umile di sempre.
Ora nei sogni del giovane fuoriclasse le olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016, e a tal proposito il sindaco dichiara che l’amministrazione comunale sarà, anche in questa nuova sfida che lo attende, accanto al giovane campione. L’amministrazione- dice Francesco Re- lo sosterrà perché possa coronare questo sogno, che è il suo sogno ma è anche il sogno di una comunità.

Intanto Mattia si gode l’affetto della famiglia e degli amici e si prepara per i festeggiamenti che l’amministrazione del paese delle ceramiche sta preparando in suo onore.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close