MANNINO Massimo

ARRESTI E DENUNCE A CAPO D’ORLANDO PER DROGA E FURTO


Nella notte tra lunedì e martedì, praticamente appena conclusa la festa patronale di Capo d’Orlando, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato un palermitano di 25 anni, in quanto responsabile di furto aggravato in concorso con un minore.

Le manette sono scattate ai polsi di Massimo Mannino, residente a Bagheria che, fermato insieme ad un giovane 16enne, anch’egli di Bagheri, durante la perquisizione personale dei Carabinieri è stato trovato in possesso di diverse monete di piccolo taglio, due borse contenenti prodotti alimentari e dolciumi ed anche diversi arnesi atti allo scasso, il tutto custodito dentro un borsone, che sono stati sottoposti a sequestro.

L’accusa per Mannino è di furto aggravato in concorso con un minore, false dichiarazioni fornite a P.U. circa le proprie generalità, porto di strumenti atti allo scasso, inosservanza del provvedimento dell’obbligo di dimora nel Comune di Bagheria.

Il 16enne, al termine degli accertamenti, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina per furto aggravato in concorso.

Dopo le formalità di rito, Mannino è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del giudizio con rito direttissimo che si terrà innanzi l’A.G. di Patti.

Sembra che il furto sia stato compiuto dai due giovani ai danni di un centro sportivo della zona.

Gli agenti del Commissariato di Capo d’Orlando, invece, hanno individuato, sempre nella tarda serata di ieri, un gruppo di quattro minorenni in contrada Santa Lucia che, notati i poliziotti, hanno maldestramente tentato di disfarsi di un piccolo quantitativo di marijuana. I successivi controlli hanno rivelato la presenza di un ulteriore quantitativo nello zaino di uno dei quattro ragazzini e di quattro involucri ciascuno contenenti 1 grammo di marijuana in un vaso dell’arredo urbano nascosti nel fogliame di una pianta.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close