Goal Guido

ORLANDINA-DUE TORRI: 1-1 IL DERBY DEGLI “EX”. PAREGGIO PER LA TIGER BROLO A GELA

Sul fatto che sarebbe stata una partita emozionante non c’erano dubbi, sul fatto che nessuno avrebbe fatto sconti, beh, anche su questo si sarebbe potuto scommettere. E così è stato. Un derby sentito, vissuto, sudato quello che si è giocato al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando tra l’Orlandina guidata dal nuovo tecnico Giuseppe Raffaele e il Due Torri di Piraino, che a Raffaele, si sa, è stato legato per circa cinque anni. La partita in palio era più di un semplice incontro tra due squadre da sempre in competizione, ma una vera e propria sfida tra “ex”. Il Due Torri voleva riscattare la sconfitta a tavolino con il Taormina costata un punto di penalizzazione, l’Orlandina, dal canto suo, voleva scavalcare gli avversari e volare dritta dritta in cima alla classifica. La risultante è stato un pareggio che non ha cambiato l’assetto della classifica ma ha assunto un valore molto simbolico per gli ex compagni delle due squadre. Al ’13 grazie all’eurogoal di Guido, che lascia di stucco il pubblico, è il Due Torri di Piraino a tenere le redini dell’incontro. Il Capitano biancorosso sorprende tutti con una sforbiciata all’incrocio che spiazza completamente il portiere orlandino. Tutto fila liscio per il Due Torri fino alla’ammonizione di Librizzi sul finire del primo tempo che costa un calcio di rigore in favore della squadra di Raffaele. Sul dischetto Dell’Orzo che colpisce il palo e si gioca la possibilità del pareggio. La doccia fredda per i pirainesi arriva al ’77 con Crinò che approfittando della stanchezza degli ospiti si serve di una palla utile e la insacca in rete al volo. Gli uomini di Alacqua non perdono le staffe e continuano a testa alta un derby, finito 1-1, che li ha visti protagonisti. Una partita tra “due prime donne”, il Due Torri e l’Orlandina, che terranno alto il nome delle Messinesi in Eccellenza.

Pareggio anche per la Tiger Brolo, che si fa beffare al ’97 inoltrato da un Gela rimasto in 8, ma che si gode comunque il secondo posto in classifica. In rete vanno il giallonero Parisi che porta i brolesi in vantaggio già dopo 5 minuti dal fischio d’inizio. Per il Gela, invece, la rete clamorosa viene segnata dal portiere che durante l’ultimissima azione del match approfitta della mischia di un calcio di punizione tardivo. Un pareggio che lascia l’amaro in  bocca ai tigrotti del presidente Tripi, protagonisti del match ma beffati da sviste arbitrali e da un pizzico di personalità in più che sicuramente non avrebbe guastato. L’incontro è stato il primo che ha visto in panchina il nuovo mister Santino Bellinvia subentrato dopo le dimissioni di Ciccio Nardi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close